Mangiare a Roma: osterie e banchetti

Ma che cosa mangiavano i romani? L'alimentazione di epoca arcaica e repubblicana era sobria, basata su legumi (in particolare lupini, lenticchie, ceci fave), cereali, formaggio, ortaggi (lattughe, cavoli porri) e frutta (fichi, mele pere). Con la conquista dell'Oriente, almeno sulle mense dei ricchi arrivarono nuovi ingredienti: le ciliegie, importate per la prima volta dall'Oriente da Lucullo, le albicocche, le pesche, gli agrumi e soprattutto le spezie. Tuttavia il romano povero non aveva accesso ai cibi costosi. I suoi pasti erano frugali ed economici, costituiti da radici, cipolle, lattuga, porri, fave, ceci, lupino, sesamo e cerali.
A volte pesce, conservato in salamoia; la carne era invece rara. Nelle case dei ricchi, specie in epoca imperiale, erano invece frequenti sontuosi banchetti, offerti a decine di amici. I cibi erano tanti e cucinati con cura, alcuni in modo molto elaborato, come si rivela dalle ricette tramandate dal cuoco Apicio. Molto apprezzate erano le uova di anitra, piccione e pernice, molto gradito il pesce, fresco o in salamoia. Tipico di Roma era un condimento a base di colatura di pesce, aceto e spezie, il garum, una delle salse più note dell'antichità; diffusissimo era anche l'olio d'oliva , importato soprattutto dalla Baetica (oggi Andalusia, in Spagna) e dall'Africa settentrionale, in quantità tali che le anfore in cui era trasportato formarono a Roma , in circa tre secoli, una vera e propria collinetta artificiale (il monte Testaccio, cioè "Monte dei cocci").

I Romani mangiavano raramente carne di vitello, poi spesso di pecora e di capra, ma comuni erano anche il maiale e gli insaccati e molto apprezzata la carne di volatili, allevati nelle ville in campagna o cacciati nelle foreste insieme a selvaggina più grande (cinghiali, daini, cervi e caprioli).
Una delle caratteristiche fondamentali della cucina romana era l'accostamento di gusti opposti: il piccante con il dolce, il dolce con lo speziato.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email