Ominide 52 punti

Fenici

I Fenici erano stanziati a nord della Palestina in una fascia costiera poco coltivabile , ricca di alberi di cedro con cui i Fenici costruivano barche . Fu il primo popolo che si spinse a navigare nel mare aperto. Navigavano soprattutto per commerciare , commerciavano anche i prodotti di altri popoli ; per orientarsi crearono mappe e di notte sfruttavano la posizione delle stelle. Inizialmente il fondo delle barche era piatto ma siccome era poco resistente alle maree crearono la chiglia cioè un fondo arrotondato che serviva anche come magazzino. I Fenici venivano chiamati così perché erano famosi in tutto il Mediterraneo per la produzione della porpora che veniva ricavata dalla lavorazione di conchiglie e serviva a tingere stoffe e vestiti.
I Fenici scoprirono il vetro ottenuto portando ad alta temperatura ili silicato che è contenuto nella sabbia. Per facilitare i commerci inventarono l’alfabeto tutt’oggi utilizzato quindi facile da decifrare ma non aveva le vocali che furono introdotte dai Greci. Lungo le coste sorsero una serie di città indipendenti l’una dall’altra governate da sovrani ereditari. La vita politica delle città fenice era controllata da un’ aristocrazia mercantile cioè che il potere apparteneva a un re . Lungo le rotte di navigazione i Fenici stabilirono dei punti per riparare le navi e immagazzinare le merci, con il tempo questi luoghi divennero vere città. Tra il VI secolo a. C secolo e l'VIII secolo a.c. fondarono un gran numero di Colonie lungo le coste del mediterraneo; la più importante era Cartagine

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email