Percy04 di Percy04
Ominide 27 punti

I Saraceni


Solitamente in Occidente con il nome di Saraceni venivano indicati gli Arabi (probabilmente da un termine arabo, sciarkin, che deriva da una radice che indica il "sorgere" del sole, e ha quindi il significato di "orientali").
Nell'827 i Saraceni, approfittando della debolezza dei Bizantini, decisero di conquistare la Sicilia in quanto rivestiva un'importanza strategica ed economica eccezionale: era al centro del Mediterraneo, il mare dei commerci arabi, aveva un suolo fertilissimo ed era ricca di boschi, fondamentali per la costruzione delle navi.
Sbarcati a Mazara del Vallo, i Saraceni iniziarono la conquista sistematica dell'isola e in circa ottant'anni ne assunsero il controllo completo conquistando nel 902 la rocca di Taormina.

sotto il dominio saraceno la Sicilia rifiorì: i Saraceni introdussero nuove colture, come quelle degli aranci , dei mandarini, dei limoni e delle melanzane, vi costruirono infrastrutture moderne( soprattutto nelle irrigazione) e splendidi edifici. Palermo divenne il centro più importante dell'isola e insieme una delle città più ricche e colte dell'epoca.
I Saraceni, però, non si accontentarono della Sicilia. Da lì sferrarono violenti attacchi all'Italia meridionale, si impadronirono di Taranto e Bari, saccheggiarono Roma. Occuparono anche la foce del fiume Garigliano in Campania e Frassineto in Provenza.
Nel 915 le città meridionali, unite in una lega, eliminarono la base saracena sul fiume Garigliano. La calma fu ristabilita dall'imperatore Ottone I nel 964. Ottone II affrontò i Saraceni nel 982, ma ne fu sconfitto. Saranno i Normanni nell'Anno Mille a riconquistare i territori meridionali.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email