Ominide 6603 punti

Grecia Antica - Costituzione

I sistemi giuridici della Grecia antica, in particolare per quanto riguarda la vita pubblica e la gestione dello Stato, hanno rappresentato un modello nel corso della storia.
Le prime norme scritte risalgono, per Sparta, all'VIII-VII secolo a.C. a opera della figura, per molti leggendaria, di Licurgo. Le disposizioni riguardavano la vita pubblica, distinguevano rigidamente la società in classi e affidavano a quella più elevata il potere di produrre le norme e di amministrare la giustizia. Prevaleva il ricorso alla pena di morte e all'esilio.

Ad Atene le prime norme scritte si devono all'opera del legislatore Dracone e risalgono al VII secolo a.C. La legge draconiana, considerata l'orgine del diritto penale, prevedeva la pena di morte per molti realti, ma si proponeva di limitare il conntinuo e sanguinoso ricorso alla vendetta privata. Venivano inoltre introdotti due principi fondamentali, che ancora ritroviamo nel diritto penale moderno: nessuno puo' essere punito se la sua colpa non viene accertata da appositi organi giudiziari con un regoalre processo, e si viene puniti solo se l'evento é stato in qualche misura voluto o previsto.

Caratteristica di molti sistemi greci era la presenza di un'assemblea legislativa (la boulé). Nell'epoca arcaica riuniva i membri più importanti delle comunità (i capi militari, politici e religiosi), mentre nei sistemi più evoluti si apri' a una maggiore presenza di tutti i cittadini liberi, costituendosi nelle città-Stato "democratiche" come il centro del potere.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email