Ominide 470 punti

La cultura nell'Impero Romano

Nell'impero romano vigeva un bilinguismo ufficiale ovvero nell'impero erano due le lingue ufficiali:latino e greco.
Il latino era utilizzato più nell'Occidente mentre ad Oriente era solo la lingua militare e diplomatica.
Il greco era la lingua colta per tutto l'Impero e usata quotidianamente in Oriente.

Le materie insegnate agli alunni erano sette dette arti liberali ed erano grammatica,filosofia,retorica,geometria,aritmetica,astronomia e musica.

Questo modello istruttivo fu fissato nel I secolo d.C. da Quintiliano.
In età repubblicana l'istruzione era privata,ovvero era affidata ai pater familias che aveva il compito di tramandare i valori della civiltà romana ai figli.
In età imperiale iniziò ad emergere l'idea di un'istruzione pubblica e furono istituite anche cattedre di filosofia.

La letteratura latina incominciò alla conquista dell'Italia meridionale quando ci furono i primi interscambi tra cultura romana e cultura greca.
Grandi politici dell'età imperiale furono letterati come Cesare e Cicerone.
Con Ottaviano Augusto ci fu una fase di mecenatismo augusteo in cui l'imperatore proteggeva filosofi,artisti,poeti perchè componessero le loro arti liberamente.
Con i successivi imperatori invece ci fu l'esaltazione dell'imperatore.
Dal III secolo d.C. iniziarono a comparire scrittori d'opposizione che furono per la maggior parte cristiani.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità