Sapiens Sapiens 11657 punti

Civiltà greca


La storia dell’antica Grecia di divide in quattro periodi:
1. Secoli bui (XIII-IX secolo a.C.): i territori ebbero una regressione economica, frammentazione politica, un arretramento della cultura e scomparsa della scrittura. In assenza di testimonianze scritte, le uniche fonti che abbiamo di questo periodo sono le opere di Omero, Iliade e Odissea, tramandate oralmente. In questo periodo vi fu un’espansione in Asia Minore con la distruzione di Troia, secondo tradizione avvenuta nel 1184 a.C.
2. Età arcaica (VIII-VI secolo a.C.): questo periodo vide grandi trasformazioni: la scrittura ritornò con l’ alfabeto greco che integrava e migliorava quello fenicio, la civiltà greca si espanse verso occidente con la seconda colonizzazione, e si diffuse il modello della pòlis.
3. Età classica (V-IV secolo a.C.): in questo periodo vi fu la massima fioritura della civiltà greca, la vittoria contro i persiani, l’egemonia di Atene e infine la guerra del Peloponneso che vide Sparta contro Atene e si concluse con la vittoria di Sparta
4. Età ellenistica (IV-I secolo a.C.): Alessandro Magno conquista la civiltà greca, si formano i nuovi regni ellenistici e si ha la massima espansione territoriale, fino al dominio romano
Era una città-stato, aveva le sue leggi, la sua monete e la sua autorità. La pòlis quindi è un’autorità politica, dal suo nome deriva il termine “politica” di oggi.
Ogni pòlis aveva due punti territoriali: Acropoli (città alta) in genere su una collina, dove c’erano i templi, i tribunali e gli edifici pubblici; Agorà (piazza) il luogo di affari, mercato, assemblee e dibattito politico. Intorno alla piazza c’erano le abitazioni, gli orti e i terreni coltivati in periferia. La polis nacque durante l’VIII secolo a.C. e tra l’VIII e VI sec le pòleis si espansero nel Mediterraneo fondando delle colonie anche in Italia meridionale, questo avvenne perché i greci non avevano abbastanza risorse per la popolazione e a causa della sovrappopolazione, quindi essi avevano bisogno di nuove terre per sopravvivere. Dal punto di vista politico, nelle pòleis comandava il re ma in realtà il potere era esercitato dalle famiglie aristocratiche = oligarchia aristocratica. Vi era poi il dèmos=il popolo formato da contadini, artigiani e commercianti.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze