sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-La Caduta dell’Impero Romano-

Nel 476 d.C. è in carica Romolo Augustolo, un giovane di 14 o 15 anni e fu l’ultimo Imperatore, governando solo per tre mesi. Venne deposto dal re di una piccola tribù Germanica, Odoacre.
I Barbari rappresentano uno dei motivi per i quali si verifica la caduta dell’Impero Romano, essendo questi anche molto potenti per le cariche sociali che ricoprono e per la mescolanza con i cittadini Romani, che causa un peggioramento della vita di questi ultimi.

-Le Invasioni Barbariche-

Le nuove forme di organizzazione politica furono costituite dai regni Romano-Germanici, come il Regno dei Franchi (in Gallia), il Regno dei Visigoti (in Spagna), il Regno dei Vandali (in Africa, Sicilia, Corsica e Sardegna) ed il Regno degli Ostrogoti. L’integrazione fra Germani e Romani fu difficile a realizzarsi a causa della differente cultura legata a ciascun popolo. Tuttavia i Germani si sottoposero al rispetto della religione Cristiana (religione principale dell’Impero).

Nel 489 d.C. Teodorico, re degli Ostrogoti, condusse un piccolo popolo in Italia, fatto autorizzato dall’Imperatore d’Oriente Zenone. Tale sistemazione consentì: l’eliminazione di Odoacre, la stabilità dell’apparato amministrativo e politico, la liberazione dell’Oriente dalla presenza di sentimenti Antigermanici, il portare la prevalenza dell’amministrazione militare in mano ai Goti, la divisione di compiti tra Ostrogoti e Romani, la separazione tra Romani e Germani dal punto di vista giuridico, il lavoro fianco a fianco tra Romani e Germani.
Nonostante Teodorico fosse molto rispettoso nei confronti della religione, fu proprio questo che causò una specie di crisi del dominio Ostrogoto, infatti quando le Chiese di Costantinopoli e Roma si avvicinarono, un clima di sospetto avvelenò i rapporti tra il re ed alcuni suoi consiglieri Romani, accusati di congiurare contro il sovrano.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email