Ominide 8039 punti

Achei-Micenei

Attorno al 2000 a.C gruppi di tribù di lingue elleniche invasero la Grecia. Prima arrivarono gli Ioni, poi gli Eoli e poi gli Achei. Gli Achei dal 1600 a.C al 1200 a.C affermarono la loro supremazia culturale e politica su tutto il mondo ellenico. Al loro arrivo nella penisola Greca non conoscevano le colture dell'olivo e della vite; celebravano riti in onore degli dei celesti e avevano un'organizzazione sociale e politica diversa.
Fondarono piccoli regni con al centro di ognuna una cittadella con possenti mura e quasi sempre posta su un colle, era chiamata Acropoli (città alta) dove vi era il tempio e la reggia del sovrano. Le tribù Achee erano guidate da un re e un comandante militare che possedevano terre e grandi mandrie di bestiame. Il resto della terra apparteneva al popolo( demos).
Gli Achei furono profondamente influenzati dalle civiltà mediterranee. Gli Achei divennero abili artigiani, mercanti e pirati. Nella seconda metà del II millennio a.C dopo aver occupato Creta cominciarono ad espandersi verso il Mediterraneo orientale installando sui territori conquistati scali commerciali però abbiamo anche ritrovamenti nell'Italia meridionale dove sono stati trovati oggetti di bronzo e di ceramica. Gli Achei utilizzavano un tipo di scrittura chiamata lineare B e che è stata riconosciuta dagli studiosi la più antica lingua greca; è stata decifrata negli anni 50 del XX secolo.

Questa civiltà lasciò al mondo greco un patrimonio nel campo dei miti e della religione. Infatti più tardi nacquero racconti e leggende che saranno celebrati nell'Illiade e nell'Odissea. I grandi poemi di Omero composti probabilmente nel VIII secolo a.C; nell'Illiade è raccontata la guerra di Troia che sicuramente ha un fondamento storico: forse per l' espansione marittima degli Achei-Micenei si scontrò con la città anatolica. Attorno al 1200 a.C le tribù dei Dori invasero la penisola greca e posero termine alla civiltà micenea.
Si pensa che la fine degli Achei è connessa con la crisi del XII secolo a.C con le scorrerie dei popoli del mare. Si pensa che essi erano gruppi di profughi armati in fuga dalle isole dell'Egeo, cacciati da popoli più forti e che poi il faraone Ramesse III sconfisse i popoli del mare facendoli scomparire definitivamente.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità