Genius 19212 punti


G. Parini: Predaro i Filistei l’arca di Dio

I Filistei [nemici da sempre del regno d’Israele] avevano depredato l’Arca dell’Alleanza; la voce dei sacerdoti aveva taciuto e il sacerdote aveva dovuto sacrificare davanti al dio degli stranieri [Parini allude alla diffusione in Italia della dea Ragione, introdotto in Italia dagli eserciti francesi].
Alla fine, David sconfisse il nemico sulle pendici del monte Terebinto; e stimolò gli uomini coraggiosi ed il popolo insorse; e precipitò al suolo pentiti coloro che, da empi, avevano sostenuto gli invasori. [Anche se Parini aveva fatto della municipalità milanese]

Ora lodiamo Dio. Il santo tabernacolo e l’ Arca dell’Alleanza è salva; e si sta preparando di nuovo il tempio per celebrare gli antichi riti e che fu il vanto e la gloria di un tempo
Ora che splenda la giustizia e il giusto esempio in modo tale che Israele non debba di nuovo piangere di fronte ad un’ altra rapina e ad un altro scempio.
Commento
Il sonetto, che segue lo schema tradizionale ABBA/ABBA/CDC/DCD, è stato composto dal Parini il 15 agosto 1799, proprio lo stesso giorno della sua morte per essere pubblicamente offerto in celebrazione della vittoria austro-russa sui francesi che avrebbe comportato il ritorno degli antichi sovrani. Due anni dopo, a seguito del trattato di Lunéville la Repubblica Cisalpina fu ricostituita. Nel sonetto, il Parini intende ringraziare Dio per aver permesso il ritorno sul trono dei re di un tempo per cui si tratta di una composizione politicamente reazionario. La parte più significativa della composizione è costituita dall’invito ai vincitori a restaurare la giustizia e a non ripetere le rapine, facendo in modo che i cittadini non debbano piangere ancora una volta sugli avvenimenti.
Il sonetto si snoda seguendo un confronto fra la storia dello Stato d’Israele nella lotta contro i Filistei e il popolo milanese nell’opposizione contro i Francesi di napoleone: l’Arca dell’Alleanza è assimilata al Tabernacolo, i Leviti sono associativi sacerdoti cattolici, il popolo di Israele oppresso trova riscontro negli abitanti del Milanese.
Hai bisogno di aiuto in Autori e opere 700?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email