Erectus 1117 punti

Parini, Giuseppe - Il Giorno, ambiguità

Uno dei concetti portanti dell'opera il giorno di Giuseppe Parini è l'ambiguità. Le descrizioni sensuali e minuziose di vini, cibi, stoffe, bevande, minoli, toeletta se da una parte sono un espediente perseguito da Parini per ridicolizzare il suo pupillo e sottolineare la vanità dei nobili dall'altra sembrano rivelare un certo anelito del poeta per la vita dei signori. Secondo i critici l'incoerenza dello scrittore appare inequivocabile e il contrasto tra lo sdegno morale e il vagheggiamento è evidente ma se questo aspetto non fosse contemplato l'opera sarebbe monotona.
Lo stile dell'opera è in perfetta coerenza con i concetti di cui è portatrice. L'utilizzo del linguaggio aulico serve a rendere l’espediente della antifrasi. Anche per le descrizione di situazioni banali si fa un ampio utilizzo di termini elevati, perifrasi, erudizione geografica. L'aggettivo viene utilizzato con carattere esornativo.Il linguaggio però non è solo parodico in quanto assume una personale autonomia e rivela ambiguità tra edonismo e moralismo, caratteristica di tutta l'opera. Benché da un'attenta analisi dell'opera è innegabile la presenza di forti contrasti, l'ambiguità non è un limite per l'arte dello scrivere del poeta e al contrario ispira una pluralità di punti di vista che inducono il lettore a riflettere sul significato della produzione.
Hai bisogno di aiuto in Autori e opere 700?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email