Ludovico Muratori


Fiero oppositore del marinismo e sostenitore della poesia arcadiana, orientato verso un più profondo rinnovamento culturale e morale, passò alle ricerche e agli studi storici.
“Antichità estensi”: sull'origine della nobilissima casa d'Este, cominciato solo ricercando, in difesa del diritto degli Estensi, i documenti da opporre alle pretese papali sul territorio di Comacchio.
“Rerum italicarum scriptores” (raccolta di fonti storiche dal '500 al 1500) raccoglie cronache, opere letterarie, giuridiche, epigrafi e documenti d'ogni genere.
Basandosi sui documenti pubblicati nei “Rerum....” il Muratori scrisse 6 volumi di “Antiquitates Italicae medii aevi” (1738) nei quali sono illustrati aspetti fondamentali della vita italiana del Medioevo dal 500 al 1500.
“Annali d'Italia” (1749) narrano le vicende della penisola dall'inizio dell'era volgare al 1749.
E' fondamentale il metodo rigorosamente scientifico che applicò nella ricerca e nello studio dei documenti e nell'opera storiografica propriamente detta, questa si basa esclusivamente sui dati ricavati dai documenti.
Nuovo concetto di storia, non è solamente storia politica ma diventa storia della civiltà. Infatti nelle sue opere “Annali” e “Antichità italiane nel medioevo” descrive la vita della società in tutti i suoi aspetti.
La sua intenzione era quella di esporre i costumi e i riti dell'Italia.
Questa più larga visione della storia concepita come vita concreta della società anticipa lo spirito di critica o di riforma delle istituzioni civili e sociali, che gli Illuministi introdurranno nel dibattito culturale e politico italiano.
Estetica e critica letteraria “Primi disegni della Repubblica letteraria d'Italia”, “Della perfetta poesia”, “Riflessioni sopra il buon gusto nelle scienze e nelle arti”.
Hai bisogno di aiuto in Autori e opere 700?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email