Studenti stranieri: vanno meglio degli italiani

Margherita Paolini
Di Margherita Paolini
studenti stranieri di seconda generazione migliorano a scuola

La scuola italiana, al centro della scena grazie agli interventi del premier Matteo Renzi, è stata fotografata da un’indagine condotta dal Ministero dell’Istruzione insieme alla Fondazione Ismu. Protagonisti dell’analisi condotta relativamente all’anno scolastico 2012/2013 sono ovviamente gli studenti: italiani e stranieri di prima e seconda generazione. Ebbene dal quadro delineato dallo studio è emerso che proprio quest’ultimi starebbero migliorando a scuola, ottenendo risultati non troppo distanti dai propri coetanei italiani, e in alcuni casi addirittura riportano risultati migliori degli studenti italiani.

AL SUD STRANIERI PIU’ BRAVI DEGLI ITALIANI- Sarebbero oltre 780mila i giovani stranieri che frequentano quotidianamente le scuole italiane, vale a dire circa l’8,8%. Sempre più numerosi sono però gli studenti di seconda generazione: infatti oltre 2 studenti stranieri su 5 sono nati in Italia, e la quantità cresce se si guarda alle scuole dell’infanzia (dove sono ben l’80%) e alle primarie (circa il 60%). E sono proprio quest’ultimi a cavarsela dietro i banchi decisamente meglio dei compagni nati all’estero, e a volte anche di quelli italiani, come è accaduto in alcune regioni del sud e al centro durante il Test Invalsi 2013 di Terza Media. Infatti, la differenza tra i risultati dei ragazzi è a vantaggio degli studenti stranieri di seconda generazione di ben 14 punti in Campania per la prova di Italiano, e di 10 punti in Puglia per la prova di Matematica. Ma anche altre regioni, seppur di qualche punto, vedono gli studenti italiani superati dagli stranieri nati in italia: Toscana e Lazio nel centro, Calabria e Sardegna al sud e la Valle d’Aosta al nord.

ESAME TERZA MEDIA: SI RECUPERA- L’indagine svolta da Miur e Ismu ha evidenziato come anche nell’esame di terza media, gli stranieri nati in Italia stanno riguadagnando terreno rispetto agli esaminandi italiani soprattutto nelle prove di lingua straniera. I loro risultati mediamente più alti rispetto agli stranieri di prima generazione (lo scarto medio con quest’ultimi è di almeno 0,2 punti, e con gli italiani di 0, 6 punti), ma per quanto riguarda le ammissioni alle classi successive, gli studenti stranieri restano indietro rispetto agli italiani.

MATURITA’: LE DISTANZE SI ATTENUANO- Gli stranieri di seconda generazione se la cavano bene anche alla maturità, e una volta ammessi è appena lo 0,1% a non ottenere il diploma. Le distanze con i ragazzi italiani sono minime, soprattutto nelle regioni centrali e meridionali. Neanche nel voto di diploma si osservano particolari differenze tra italiani e stranieri nelle scuole superiori ad indirizzo tecnico, scientifico e artistico. Mentre al liceo sono ancora italiani gli studenti che riescono ad ottenere l’eccellenza, lasciando indietro i coetanei stranieri.

E tu hai compagni stranieri in classe?
Skuola | TV
Angelica Massera ospite della Skuola Tv!

La webstar, molto apprezzata dai più giovani grazie ai suoi video esilaranti, ci racconterà dei suoi progetti futuri! Non solo, cerchremo di capire quali sono i segreti per avere successo sul web! Non perdere la puntata!

21 novembre 2018 ore 15:00

Segui la diretta