Prima occupazione, Ruiz di Roma scalda l’autunno

Lorena Loiacono
Di Lorena Loiacono

 Arangio Ruiz, prima occupazione della stagione

In netto anticipo rispetto agli anni passati, la prima occupazione scolastica del 2014-2015 ha bruciato tutti sul tempo: l’istituto Arangio Ruiz, infatti, ieri ha bloccato la didattica in protesta con la direzione. L’istituto, che come tanti in Italia soffre di sovraffollamento, accoglie ragazzi per gli indirizzi Amministrazione Finanza e Marketing, Telematico e comunicazione e il liceo Linguistico.

TRASFERIMENTO COATTO - A finire nell’occhio del ciclone, sono proprio le sei classi dell’indirizzo Amministrazione e Finanza che, in base alla decisione presa da un consiglio di istituto in piena estate sono state spostate in un altro edificio scolastico. Genitori sul piede di guerra e ragazzi che, dopo le prime due settimane di trattative e polemiche, decidono di occupare la scuola.

SMS - A non andare giù alle famiglie, anche la modalità con cui la scuola ha deciso di dare notizia del trasferimento: con un sms del 30 giugno scorso, infatti, si avvisavano i genitori che la sede della scuola dei figli sarebbe stata spostata.

SCUOLABUS? – Al vaglio della direzione, così come del Comune di Roma, ci sarebbe la possibilità di attivare una navetta per evitare che molti studenti debbano sostenere viaggi estenuanti di andata e ritorno con tanto di metropolitana e treno Roma-Lido. Quest’ultimo, a Roma, è tristemente noto per i continui disservizi e ritardi.

A SAPERLO PRIMA- Va da sé che, potendo conoscere prima la sede della scuola, molte famiglie avrebbero optato per un’altra soluzione. Scegliendo magari una scuola più vicina o comunque meglio collegata.

LA SCELTA - E sull'Istituto Ruiz, ieri mattina, campeggiava uno striscione con le parole di Oriana Fallaci: "Ove c'è raziocinio c'è scelta, ove c'è scelta c'è libertà".

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta