Liceo artistico: quale indirizzo scegliere?

Ilaria_Roncone
Di Ilaria_Roncone
liceo artistico

Avete optato per il liceo artistico e siete contenti di avercela finalmente fatta? La verità è che esistono una serie di indirizzi e che dovrete scegliere anche tra quelli! Come? Seguendo le vostre passioni! La cosa importante nella scelta della scuola superiore è assecondare le inclinazioni di ognuno e vedere dove porta la decisione. Detto ciò, il percorso del liceo artistico è molto vasto e va dallo studio dei fenomeni estetici alla pratica artistica.
In questa scuola si imparano metodi specifici della ricerca e della produzione artistica e si imparano la padronanza di linguaggio e i metodi specifici. Lo studente che esce da questo indirizzo conosce il patrimonio artistico e il suo valore, il contesto storico e culturale.


Quale indirizzo del liceo linguistico scegliere?

Il liceo linguistico prevede un biennio uguale per tutti e poi la divisione in una serie di indirizzi come segue.
  • Arti figurative: gli studenti che scelgono questo indirizzo approfondiscono la conoscenza degli elementi base di forma grafica, pittorica e/o scultorea negli aspetti comunicativi ed espressivi della stessa. Oltre a questo imparano ad acquisire consapevolezza dei fondamenti storici e concettuali conoscendo e sapendo applicare i principi della percezione visiva. Scegliendo arti figurative si imparano le diverse tecniche della figurazione sia bidimensionale che tridimensionale con attenzione alla contaminazione con le nuove tecnologie. Nel quadro orario arti figurative sono previste materie come: laboratorio della figurazione, discipline pittoriche/plastiche e scultoree.
  • Grafica: chi studia grafica approfondisce gli elementi che costituiscono i codici dei linguaggi progettuali e grafici. Oltre a questo si studiano le radici storiche e le linee di sviluppo di grafica e pubblicitaria. A livello pratico si impara l’approccio progetto-prodotto-contesto. L’indirizzo di grafica prevede nel quadro orario materie come: laboratorio di grafica, discipline grafiche.
  • Design dell’arredamento: i principi sono gli stessi dell’indirizzo grafica ma applicati al design e ad altre arti applicate tradizionali. Gli studenti imparano anche in questo caso l’approccio al rapporto progetto-funzionalità-contesto. Le materie previste nel quadro sono: laboratorio della progettazione, discipline progettuali design.
  • Architettura e ambiente: si studiano gli aspetti costitutivi dell’architettura acquisendo una chiara metodologia progettuale applicata alle diverse fasi da sviluppare e una conoscenza appropriata dei codici geometrici. La storia dell’architettura, in particolare quella moderna, viene approfondita e si studiano le problematiche urbanistiche come fondamento della progettazione. Si impara anche ad utilizzare le tecnologie informatiche per la definizione grafico-tridimensionale del progetto. Le materie del quadro di architettura e ambiente sono: laboratorio di architettura, discipline progettuali architettura e ambiente.
  • Scenografia: gli studenti che optano per scenografia si trovano ad approfondire gli elementi costitutivi di un allestimento scenico per teatro e cinema. Si acquisiscono nozioni anche nell’ambito delle radici storiche e delle linee di sviluppo dei vari ambiti della progettazione e della realizzazione scenografica. Si impara a individuare le procedure corrette di approccio spazio scenico-testo-regia. Le materie nel quadro di indirizzo sono: laboratorio di scenografia, discipline geometriche e scenografiche, discipline progettuali scenotecniche.

Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Vuoi conoscere il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai.

20 gennaio 2020 ore 15:30

Segui la diretta