I bulli? Devono essere bocciati: rischia anche chi fa video senza intervenire

Ha destato molto clamore la vicenda del docente aggredito verbalmente e umiliato da alcuni studenti in un istituto tecnico di Lucca. Ormai è un'escalation senza fine: dall'inizio del 2018 si contano più di 25 casi e purtroppo non sarà nemmeno l'ultimo. Nelle ultime ore, ad esempio, da Velletri è uscito allo scoperto un nuovo episodio: protagonista un ragazzino e il suo docente. "Ma chi sei tu per dirmi di stare zitto? Vuoi proprio andare all'ospedale?", dice lo studente all'insegnante, aggiungendo: "Ti faccio squagliare nell'acido". Frasi che dimostrano un'assoluta mancanza di rispetto nei confronti della figura del docente. La ministra dell'Istruzione ha preso posizione contro questi atteggiamenti difendendo una linea dura: chi si comporta da bullo in questo modo deve essere sospeso e non ammesso agli scrutini.

I bulli devono essere sospesi

Nella vicenda di Lucca sorprende, a dir la verità, l'atteggiamento del professore di italiano e storia bullizzato dai suoi alunni: perché non ha denunciato l’accaduto, nemmeno al preside? In molti, infatti, hanno sottolineato che quell’atteggiamento non è affatto educativo. E non è escluso che anche lui possa essere sanzionato.
Per la ministra uscente del Miur, Valeria Fedeli, l'episodio non andava sottovaluto: "Mi sento dispiaciuta che il professore di Lucca, un minuto dopo aver subito l’aggressione, non sia andato a chiedere al preside di convocare il consiglio dei docenti, per sospendere e sanzionare gli allievi. Ci sono situazioni in cui il rapporto fisico ti fa soccombere ma un minuto dopo devi denunciare".

I bulli? Non ammessi agli scrutini: e paga anche chi fa video

"Serve una linea rigorosa e l’attuazione delle sanzioni già previste: di fronte ai fatti di Lucca e di Velletri i ragazzi vanno sospesi, il consiglio d’Istituto deve valutare la gravità dei fatti, che secondo me c’è, e gli studenti devono essere sanzionati fino a non essere ammessi agli scrutini finali. Il tema è che le regole ci sono e vanno applicate". Pertanto, "vanno sospesi e sanzionati anche i ragazzi che hanno girato il video e che hanno guardato quanto avveniva in classe" senza intervenire in difesa del docente.
Fedeli ha ricordato che "ci sono due temi su cui mi sono impegnata: la prevenzione, l’educazione al rispetto; ho mandato in tutte le scuole una campagna per il rispetto e ho operato perché si rilanci il patto di corresponsabilità educativa tra scuola e famiglia".
Skuola | TV
Angelica Massera ospite della Skuola Tv!

La webstar, molto apprezzata dai più giovani grazie ai suoi video esilaranti, ci racconterà dei suoi progetti futuri! Non solo, cerchremo di capire quali sono i segreti per avere successo sul web! Non perdere la puntata!

21 novembre 2018 ore 15:00

Segui la diretta