Esami riparazione 2019, date e scadenze recupero debito scolastico

Lucilla Tomassi
Di Lucilla Tomassi
recupero debito scolastico

Le vacanze sono arrivate, ma per alcuni ragazzi il calvario è appena iniziato. Sono i sospesi in giudizio, i rimandati a settembre che dovranno sostenere il recupero del debito scolastico e affrontare gli esami di riparazione. Ma quando e come questi studenti dovranno tornare sui banchi?
Scopriamo insieme quando avverranno questi esami di recupero.

Guarda anche:
  • Come si svolgono gli esami di recupero del debito scolastico
  • Cosa succede se non recupero il debito scolastico?
  • Debito scolastico, scopri come funziona: sarai promosso o bocciato?
  • Recupero debito scolastico: la normativa MIUR


  • Gli esami di recupero del debito scolastico 2019: quando si fanno, le date

    Non c’è un vero calendario per questi esami; infatti le date sono stabilite a discrezione delle singole scuole. Ma il periodo in cui si svolgono è spesso quello appena precedente l'inizio delle lezioni. Come stabilito dal decreto 80 del 3 ottobre 2007 (ministro Fioroni) del MIUR, questi esami di recupero del debito scolastico devono essere completati entro il 31 agosto. Ecco cosa recita l'articolo 6:

    "Di norma entro il 31 agosto dell’anno scolastico di riferimento, salvo particolari esigenze organizzative delle istituzioni scolastiche, e comunque non oltre la data di inizio delle lezioni dell’anno scolastico successivo, il Consiglio di classe, in sede di integrazione dello scrutinio finale, procede alla verifica dei risultati conseguiti e alla formulazione del giudizio definitivo che, in caso di esito positivo, comporta l’ammissione dell’alunno alla frequenza della classe successiva."

    Questo, però, non toglie che molti studenti siano stati chiamati sui banchi già in precedenza. E' possibile anche che, come stabilito dalla normativa, alcune scuole "ritardatarie" - che non sono riuscite a fissarli prima - possano arrivare a organizzarli i primi di settembre, purché tutte le procedure e gli scrutini finali siano completati prima dell’inizio delle lezioni.

    Come funzionano gli esami di recupero del debito scolastico

    Quando si arriva allo scrutinio di fine anno con un’insufficienza, il Consiglio di classe valuta se dare o meno allo studente il debito formativo. Nel caso in cui lo ritenga necessario, dunque, lo studente dovrà prepararsi durante l’estate per colmare le proprie lacune e superare un breve esame. Solitamente la data viene fissata i primi di settembre, a pochi giorni dall'inizio della scuola. In ogni caso, durante la prima parte dell’estate, lo studente può usufruire del corso di recupero che la scuola attiva proprio per agevolare la preparazione all’esame di riparazione.

    Come funziona l'esame di riparazione

    L'esame di riparazione è gestito dai singoli docenti: sta quindi al professore decidere la modalità (scritto o orale), basandosi sul programma svolto durante l’anno. Anche il voto finale è deciso dal professore, ma deve confrontarsi con il Consiglio di classe.
    Lo studente che non riesce a raggiungere la sufficienza in una o più materie oggetto di recupero all’esame di riparazione può essere bocciato, ma questo non avviene automaticamente. La sua promozione o bocciatura, infatti, dipende dalla decisione del Consiglio di classe, che dovrà prenderla considerando il giudizio complessivo sullo studente, e non solo l'esito della prova.
    Skuola | TV
    Non perdere la prossima puntata!

    Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Seguici e lo scoprirai!

    20 novembre 2019 ore 15:30

    Segui la diretta