Bando Intercultura: come fare un anno scolastico all'estero

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri
borse di studio 2019/20 Intercultura: esperienze di studio all'estero


Sogni di fare un’esperienza di studio all’estero? Allora devi sapere che l’associazione onlus Intercultura, attiva nel settore educativo, offre alcune interessanti opportunità.
Il bando di concorso per l'anno 2020/2021 è rivolto agli studenti delle scuole superiori nati fra il 1 luglio 2002 e il 31 agosto 2005: ci sono più di 2.200 posti a disposizione distribuiti in 60 diverse destinazioni, con ben 1.500 borse di studio in palio.
Tra il 1 settembre e il 10 novembre 2019 tutti gli studenti interessanti potranno iscriversi ad uno dei programmi scolastici proposti. Per avere maggiori chiarimenti sulla durata, il funzionamento e l'eventuale quota di partecipazione da versare, in ben 159 città italiane sono a disposizione i recapiti dei volontari, rintracciabili sul sito internet della Onlus.

  • Bando Intercultura anno 2020/2021: clicca qui

  • Come funzionano le borse di studio Intercultura

    Uno dei propositi di Intercultura è sicuramente quello di rendere accessibile a tutti l’opportunità di beneficiare di queste importanti opportunità di studio all’estero; per questo sono messe a concorso ben 1.500 le borse di studio, a totale o parziale copertura della quota di partecipazione: circa la metà delle borse di studio provengono dall’apposito fondo di Intercultura e consentono la partecipazione ai programmi da parte degli studenti più meritevoli e bisognosi di sostegno economico (si va dalle borse totali che coprono il 100% della quota di partecipazione, a quelle parziali che coprono una percentuale variabile tra il 20% e l’80% della stessa). Le altre centinaia, tra borse di studio totali e contributi sponsorizzati, saranno messe a disposizione grazie alla collaborazione tra la Fondazione Intercultura e diverse aziende, banche, fondazioni ed enti locali.

    Guarda anche:

    Intercultura e scuola: ammissione e alternanza scuola lavoro

    Ogni progetto è finalizzato ad uno scambio proficuo fra la cultura di partenza e quella di arrivo: senza dubbio un’azione educativa riconosciuta come tale anche da Miur. Tanti frequenteranno all'estero addirittura l'intero anno scolastico: in questi casi, la normativa riconosce la possibilità di accedere alla classe successiva senza ripetere l’anno. Inoltre, le esperienze di studio all'estero possono valere per i Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (ex Alternanza Scuola Lavoro), per riconoscerle contano le competenze acquisite e il parere del Consiglio di Classe. Inoltre, Intercultura fornisce al termine di ogni fase del programma la certificazione delle competenze, così acquisite: fino a 30 ore per aver partecipato alle selezioni; fino a 40 ore per la formazione pre-partenza fornita a tutti i vincitori del concorso di Intercultura; fino a 80 ore per il soggiorno all’estero e fino a 15 ore per la formazione al rientro. Questo, al fine di fornire alla scuola tutti gli elementi per valutare l’intero percorso seguito dallo studente.

    Soggiorni di studio Intercultura

    Per rendere questi progetti il più possibile formativi e coinvolgenti, Intercultura ha scelto ben 60 mete di soggiorni studio disseminate in tutti i Paesi e i continenti.
    basti pensare che, per l’anno 2019/2020, sono in partenza circa 2.250 ragazzi. Tra loro, il 21,8% si recherà negli USA o in Canada. il 4,8% in Australia e la Nuova Zelanda, il 24,7% in America latina, il 13,4% in Asia, l’1,9% per l’Africa, il 33,4% in diversi Paesi dell’Europa.

    Skuola | TV
    Buone vacanze ragazzi!

    La Skuola Tv torna a ottobre. Buone vacanze a tutti gli studenti!

    1 ottobre 2019 ore 16:00

    Segui la diretta