Scuole da incubo: ecco dove si boccia 1 alunno su 2

scuole da incubo: si boccia di più ai tecnici e ai professionali

Ci sono istituti in cui i bocciati sono più dei promossi, e questo accade nella top ten degli istituti "da incubo" di Italia. I dati raccolti da Skuola.net svelano che le percentuali di bocciature più alte sono concentrate negli istituti tecnici e professionali, e Napoli, Milano, Roma e Palermo fanno da padrone in questa graduatoria. L'istituto con il più alto numero di respinti è il Melissa Bassi di Scampia, Napoli, e a scendere altre 4 scuole del napoletano. In questi dati, non è solo la severità dei prof a pesare ma anche il grande impatto della dispersione scolastica, soprattutto in questi istituti di frontiera. Tra i licei, invece, severissimi gli scientifici Natta di Milano e Primo Levi di Torino, mentre i classici più intransigenti sono il Platone e Plauto, entrambi istituti romani. Quel che non può fare a meno di saltare all'occhio, è poi il calo vertiginoso di promossi in alcuni istituti in un solo anno: nell'istituto Serra di Napoli i bocciati sono stati il 40,3% in più rispetto al 2012. Ma c'è anche chi recupera.

cartina scuole da incubo
L'INCHIESTA SULLE SCUOLE DA INCUBO - E' giunto alla terza edizione l'inchiesta sugli istituti superiori più severi d'Italia firmata da Skuola.net e dal free press Leggo. I dati forniscono una mappatura precisa delle scuole (divise per città e indirizzo) con il maggior numero di studenti bocciati e di quelle in cui da un anno all'altro il rendimento è notevolmente cambiato, in positivo o negativo. L’inchiesta ha preso in esame i risultati di fine anno di oltre 600 scuole superiori nelle 10 città più popolose d’Italia, pubblicati sul portale ministeriale Scuola in Chiaro.

TOP 10: NAPOLI, MILANO, ROMA E PALERMO - Nella top ten degli ultimi della classe spiccano, oltre all'istituto Melissa Bassi di Napoli, dove i bocciati sono stati più dei promossi, ovvero il 54,5% anche altre 4 scuole del napoletano: i tecnici Caracciolo (53,7%), Serra (44,8%) e il De Cillis (43,7%). In seguito vediamo in classifica un professionale di Milano, il Bertarelli, il Luxemburg di Roma e il Duca degli Abruzzi di Palermo. Qui le bocciature viaggiano su percentuali vicine al 50%, quando la media nazionale per queste tipologie di indirizzo è del 20-25%. Paragonando le scuole per indirizzo ecco che il maggior numero di bocciati al liceo classico si trova al Platone e al Plauto di Roma a seguire al Gioberti di Torino e al Marco Polo di Venezia. Per lo scientifico si guarda invece al Natta di Milano e al Primo Levi di Torino.

Guarda il video sui consigli per evitare la bocciatura

Fonte: Skuolanet

IL PROBLEMA DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA - Ma il problema non è solo il rendimento o l'eccessiva severità dei prof. Spesso gli istituti con i peggiori risultati sono quelli di frontiera, in cui la dispersione scolastica la fa da padrona. Non è un caso che la prima scuola con maggior numero di studenti respinti, il Bassi, è un professionale di Scampia, dove uno su due ripete l'anno o, nella maggior parte dei casi, abbandona gli studi. A confermarlo è il vicepreside dell'istituto, Lorenzo De Minico, dalle pagine di Leggo: “in passato abbiamo anche dovuto cancellare classi già formate. I ragazzi si segnano a scuola e poi nessuno li vede più”.

E C'E' CHI RECUPERA - Ma le bocciature, guai se fosse il contrario, si possono sempre recuperare. Ecco allora che l'istituto tecnico Livatino di Napoli dal 2012 al 2013 ha guadagnato il 52% di promossi in più, passando dal pessimo risultato del 36,4% di promossi nel 2012 all'88% dell'anno seguente. Stesso trend positivo il Ferrara di Palermo e il Falcone di Roma. Ma allo stesso tempo, c'è stato chi ha nettamente peggiorato i suoi standard. Si parla Serra di Napoli, che ha bocciato il 40,3% in più, e dell'Agrario di Palermo, con un aumento di quasi il 38%.


Scuole da Incubo Italia – La terza Stagione

Skuola | TV
Angelica Massera ospite della Skuola Tv!

La webstar, molto apprezzata dai più giovani grazie ai suoi video esilaranti, ci racconterà dei suoi progetti futuri! Non solo, cerchremo di capire quali sono i segreti per avere successo sul web! Non perdere la puntata!

21 novembre 2018 ore 15:00

Segui la diretta