Adozione libri di testo 2020/2021: conferma dei libri già adottati. Cosa prevede l'ordinanza del MI

Andrea Carlino
Di Andrea Carlino
Libri

La scelta dei libri di testo, come ormai di consueto, avviene a maggio, ma quest'anno, complice l'emergenza coronavirus, la situazione è decisamente più complessa. Il Ministero dell'Istruzione, tramite la consueta ordinanza annuale, ha dato più tempo alle scuole per organizzarsi. I collegi dei docenti, dopo aver sentito consigli di classe e di interclasse, avranno tempo fino all’11 giugno prossimo per deliberare le adozioni dei libri di testo o l’uso di strumenti didattici alternativi.
Vediamo nel dettaglio cosa prevede il documento emanato dal Ministero dell'Istruzione.





Libri di testo, cosa prevede l'ordinanza

Il collegio dei docenti, come ormai prassi consolidata, con formale delibera, può adottare libri di testo o strumenti alternativi, in coerenza con il piano dell'offerta formativa, con l'ordinamento scolastico e con il limite di spesa stabilito per ciascuna classe di corso.
L'ordinanza ministeriale precisa che entro l'11 giugno (inizialmente era previsto per l'8 giugno) il collegio dei docenti potrà procedere in due modi:

  • Conferma dei testi attualmente in adozione;
  • Nuova adozione, deliberata per casi particolari quali le prime classi del secondo triennio degli istituti professionali che sono stati interessati dalla recente riforma o le classi di indirizzi di nuova istituzione o per la sostituzione dei testi che sono usciti fuori catalogo.

  • Più tempo per decidere, quindi, anche perché, attualmente, per i docenti non è semplice organizzarsi come si faceva negli altri anni. Inoltre con la conferma dei libri di testo si va incontro alle famiglie che possono sperare di trovare libri usati o utilizzati da altri fratelli o conoscenti.
    Le adozioni devono essere comunicate entro il 22 giugno 2020 online, tramite l’utilizzo del sito www.adozioniaie.it o in locale, offline.

    Libri di testo, le scuole possono anche elaborare proprio materiale didattico digitale

    Non solo: le scuole possono decidere di elaborare direttamente materiale didattico digitale. L'elaborazione di ogni prodotto è affidata ad un docente supervisore che garantisce, anche avvalendosi di altri docenti, la qualità dell'opera sotto il profilo scientifico e didattico. Infine è previsto che i dirigenti scolastici dovranno richiedere ai centri di produzione specializzati la trascrizione e la stampa in braille dei testi scolastici necessari per gli alunni non vedenti o ipovedenti.

  • Qui il testo completo dell'Ordinanza Ministeriale sulle adozioni dei libri di testo 2020/2021
  • Skuola | TV
    Digital Open Day con NABA: “Moda, design, comunicazione e arti visive. Passioni che danno un futuro?”

    La situazione attuale ha impedito lo svolgimento dei classici open day a cui gli studenti erano abituati per orientarsi e conoscere le realtà accademiche a cui erano interessati. Skuola.net porta quindi l’orientamento universitario direttamente sui device degli studenti. Nella puntata della Skuola Tv saremo in compagnia di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti.

    6 luglio 2020 ore 15:00

    Segui la diretta