VIP 2446 punti

LE MALATTIE INFETTIVE OGGI


Le malattie infettive erano un tempo la prima causa di morte, ma le conoscenze acquisite sul ruolo dei microrganismi hanno portato progressivamente allo sviluppo di adeguati comportamenti igienici e di cure efficaci per combatterle.
Alla fine degli anni Ottanta, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) riteneva che la lotta alle malattie infettive fosse quasi vinta e aveva decretato ‘’scomparse’’.
Ma il rapporto del 1996 dà un quadro della realtà meno rassicurante: le malattie infettive uccidono ogni giorno 50.000 persone nel mondo. Le cause di questo ‘’ritorno’’ delle malattie trasmesse da microrganismi sono principalmente le carenze igieniche di molte grandi città, le guerre con le conseguenti migrazioni di profughi in fuga e l’enorme aumento del traffico aereo di merci e passeggeri che possono trasportare in poche ore i microrganismi patogeni da un capo all’altro del Pianeta.
In quanto alla comparsa di nuovi microrganismi,sembra che l’uomo possa esserne indirettamente responsabile.
La prevenzione, attuata con la vaccinazione, deve essere ripresa con più forza, soprattutto nei Paesi poveri e la ricerca farmaceutica deve procedere senza tregua, per cercare nuovi farmaci. La lotta ai batteri non si è infatti fermata con la scoperta dei primi antibiotici: è ormai che per ogni tipo di batterio si sviluppa dopo un certo tempo un gruppo ‘’resistente’’ all’antibiotico usato per combatterlo ed è quindi necessario trovare un nuovo antibiotico da usare contro i batteri resistenti.
La lotta contro i virus è ancora più aperta,perché i farmaci antivirali sono pochi e il loro utilizzo presenta parecchi problemi. Da non dimenticare che, se è importante scoprire nuovi farmaci o vaccini, è indispensabile che le case farmaceutiche produttrici riescano a vederli a prezzi accessibili anche ai Paesi più poveri: se ciò non avverrà, nei prossimi anni milioni di persone nei Paesi poveri moriranno, perché le ‘’leggi’’ dell’economia e della politica impediscono che i risultati della scienza diventino patrimonio di tutta l’umanità.
Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email