Bannato 1124 punti

Rita Levi Montalcini è nata a Torino nel 1909 . A vent'anni , malgrado il parere contrario dei genitori entrò alla scuola medica dell'istologo Giuseppe Levi iniziando gli studi sul sistema nervoso che avrebbe proseguito per tutta la vita. Ebbe come compagni universiatri due futuri premi Nobel, Salvador Luria e Renato Dulbecco. Laureatasi nel 1938, in seguito all'emanazione delle leggi razziali, fu costretta ad abbandonare il lavoro in ospedale per fuggire in
Belgio. Tornata in Italia clandestinamente nel 1943, partecipò alla Resistenza nel 1944 lavorò come medico presso un campo di rifugiati di guerra. Nel 1947 si recò negli Stati Uniti dove rimase fino al 1977 e dove approfondì e perfezionò i suoi studi sul sistema nervoso. La scoperta nel 1952 dell'NGF (Nerve Growth Factor), una proteina determinante nello sviluppo delle cellule nervose, e le successive ricerche protrattesi per circa trent'anni la valsero il premio Nobel per la medicina nel 1986. Insignita della carica di senatrice a vita nel 2001, divenne socia dell'Accademia Nazionale dei Lincei. A ulteriore riconoscimento dell'importanza delle sue scoperte nel campo delle neuroscienze, le è stato dedicato

l'asteroide 9722 Levi Montalcini. Nei suoi frequenti messaggi rivolti alle nuove generazioni emerge con
forza l'invito a non concentrare l'attenzione solo su se stessi, ma a partecipare ai problemi sociali e avanzare proposte volte al miglioramento del mondo attuale. Augurando a tutti la sua stessa fortuna, cioè quella di incontrare grandi maestri, la scienziata non dimentica mai di raccomandare ai giovani l'ottimismo e, soprattutto, l'instancabile ricerca di nuovi orizzonti del sapere. Morì il 30 dicembre 2012 all'età di 103 anni.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email