Video appunto: Simbolismo Francese (2)

-Il Simbolismo Francese-



Il Simbolismo è un movimento culturale nato e evolutosi nella Francia del XIX; si era esplicato nell'ambito della letteratura e dell'arte visiva.
Il Simbolismo Francese nacque in ambiente borghese, ma ha un carattere anti-borghese.
Trova come spunto il Decadentismo, dove era mostrato come la borghesia fosse troppo incentrata sul lavoro, sul produrre, sull’aumentare il proprio capitale.

I poeti simbolisti vengono definiti ‘maledetti’, poiché nonostante la loro condizione borghese, vivono in quartieri malfamati, facendo uso di alcol e droghe.
Baudelaire viene visto come ispiratore di questo movimento, poiché egli credeva che gli aspetti della natura erano dei simboli ed il poeta doveva essere colui che ha la facoltà di decifrare questi simboli, esplicando nelle sue poesie il messaggio oscuro della natura, infatti deve usare un linguaggio semplice ed efficace, che metta in mostra ciò che vi è al di là delle apparenze.
La Poesia Simbolista è assolutamente anticlassicista (non c’è l’esaltazione della patria, non ci sono argomenti borghesi), è antieroica (non è eroe colui che si suicida come per il romanticismo), è scarna di figure retoriche come le similitudini, le metafore o le allegorie, alle quali vengono preferite le onomatopee, che riproducono i suoni della natura, per permettere all’uomo di distaccarsi dalla vita borghese.
Importante caratteristica è l’eccesso: tramite l’eccesso (i poeti invitavano ad assumete alcol e droghe) si può avere una conoscenza ampia della natura e dell’uomo stesso.