Scapigliatura

Gli Scapigliati sono considerati dei poeti di passaggio (dal 1870 – 1880), per questo motivo non avranno un’impronta considerevole nella letteratura al contrario di Baudelaire che influenzerà altre correnti. Il termine “Scapigliatura” cerca di tradurre quello francese di bohème, che indicava la vita da zingari disordinata e contro le regole della morale comune. Esso è un movimento letterario composto da intellettuali che vivono nel periodo più importante e difficile per l’Italia, il periodo post – unificazione. Nell’età adolescenziali vivono indirettamente il periodo dei moti che precedono l’unita d’Italia. Dopo quest’ultimo avvenimento inizieranno a comporre poesie.
Nasce a Milano nel 1870. Questo movimento nasce con l’intento di allontanarsi dai canoni classici, quali Leopardi e Manzoni, poiché vivono uno stato di delusione derivante dall’unificazione italiana solo territorialmente e non culturalmente. Riprendono da Baudelaire questa vita da bohème, l’allontanamento dalla vita sociale e politica e l’allontanamento dai classici in quanto il loro obiettivo era denunciare la situazione di quel periodo alla quale non si poteva trovare una soluzione. Il disordine da parte degli Scapigliati era dettato dal periodo storico in cui si trovano a vivere. La Scapigliatura si divide in due filoni di pensiero:

• Alcuni che riprendono alla perfezione i francesi. Il loro obiettivo era esprimere i loro sentimenti e il malessere, non solo dei poeti, ma di tutti gli uomini. Le loro poesie erano scritte con l’intenzione di dare un messaggio ben preciso.
• Altri, invece, scrivevano poesie senza l’intenzione di dare un messaggio ben preciso. Essi puntavano l’attenzione sulla descrizione di cose macabre e futili.
Entrambi criticano duramente il Romanticismo e il classicismo. Entrambi usano le metafore provenienti dal mondo naturale. L’obiettivo di entrambi è mostrare il degrado della società.
Ci troviamo nel periodo in cui la destra sale al potere e non si preoccupa della questione sociale. Gli Scapigliati, che fanno questa vita da bohème e di conseguenza hanno la possibilità di viaggiare, fanno il confronto con il resto d’Europa.
Boito, Arrighi e Praga rispecchiano perfettamente l’epoca. Il loro obiettivo era scuotere le coscienze per far capire il degrado della società.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email