Ominide 11266 punti

Lo spazio dal Romanticismo al Verismo


Nel XIX secolo, con il Romanticismo, si assiste ad una vera e propria rivoluzione nella rappresentazione dello spazio, che viene interpretato in chiave fortemente soggettiva, come espressione visiva, diretta, di sentimenti e stati d’animo. In questo passo, tratto dalle Ultime lettere di Jacopo Ortis di Ugo Foscolo (1778-1827), il giovane Jacopo ritrova nel paesaggio aspro e desolato che Io circonda un perfetto corrispettivo del suo animo infelice e disilluso.

In un romanzo storico i personaggi agiscono in un contesto ben identificabile sia dal punto di vista geografico che da quello cronologico, che viene ricostruito fedelmente in tutti i suoi aspetti, sociali, politici e materiali. Nei Promessi sposi di Alessandro Manzoni (1785-1873) i luoghi e gli ambienti sono sempre descritti con grande precisione, perché risultano indispensabili per la comprensione della vicenda di Renzo e Lucia.

Con la corrente del Verismo la narrativa mira a fotografare la realtà, mostrando, attraverso un’analisi impietosa e spassionata, l’influenza che l’ambiente sociale ed economico esercita sul carattere, il comportamento e il destino degli individui. Nei Malavoglia Giovanni Verga (1840-1922) rappresenta il mondo dei pescatori di Aci Trezza, un paesino della Sicilia, attraverso una suggestiva prospettiva “dall’interno”: la tempesta che porterà alla rovina la famiglia dei Malavoglia è infatti descritta attraverso un linguaggio mimetico, che riproduce il modo di esprimersi degli abitanti del paese.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017