Ominide 1351 punti

ROMANTICISMO

Nel nostro itinerario didattico abbiamo un po ripercorso la storia della letteratura dal post-rinascimento e quindi col Barocco che trova la sua massima espressione in Marino, passando per l’illuminismo preceduto dalla fase predominata dall’accademia dell’Arcadia che intendeva smontare la poesia italiana dagli oscurismi del barocco, fino a poi passare nel post illuminismo e arrivare nel periodo definito Romanticismo
Sappiamo bene che ogni epoca storica, come ci insegnava anche Machiavelli ha una determinata durata, e verrà sempre contrastata dal suo contrario come il giorno succede alla notte. Bene, abbiamo parlato di un Illuminismo dove si era completamente abbandonato l’idea dei Sentimenti ma in tutto si riversava l’utilizzo netto e spregiudicato della Dea Ragione. Gli illuministi erano razionalisti e ricorrevano ESCLUSIVAMENTE alla ragione per spiegare tutta la realtà che li circondava e per portare avanti i loro ideali. Ma anche l’illuminismo come tutte le epoche storiche era destinato ad essere sopraffatto da un'altra epoca segnata dal suo contrario: il sentimento. Un sentimento che inizia a farsi sentire dal 1789, la Rivoluzione Francese la quale aveva fatto cadere tutti gli ideali illuministici che posti davanti a tanto spargimento di sangue e a tanta compassione non potevano più resistere e quindi dovevano lasciare spazio alla nuova era: quella Romantica.

I romantici quindi cosa cercavano: innanzitutto bisogna dire che il Romanticismo è sentito ben diversamente in tutti i paesi d’Europa. Innanzitutto esso fonda sulla libertà individuale e non più sulla libertà comune che era sentita dall’illuminismo. Ora essendo un pensiero molto più personale ne viene di conseguenza che esso sarà sentito in maniera differente in ogni stato differente d’Europa. Esso ha le sue radici in parte in alcune correnti illuministiche come nel pensiero di Vico che ricordiamo rientra negli artisti dell’epoca illuminista ma dei quali ci si allontana drasticamente per la sua ricostruzione della storia e del suo storicismo secondo il quale ciò che è importante per noi oggi era importante allo stesso modo per i popoli che si sono succeduti nella storia. Questa corrente irrazionale capeggiata poi da Vico ha fatto si che si passasse dal puro razionalismo al romanticismo. Bene ma i romantici innanzitutto cosa volevano? essi erano alla ricerca delle proprie radici ed ecco perché i Germani iniziarono la loro indagine sul Medioevo, ossia quando i loro predecessori invasero l’impero Romano mentre gli inglesi iniziarono la ricerca delle loro radici nello studio delle popolazioni Celtiche , ritrovate poi nel “poema di Ossian” di James Mc Flarson e poi ritrascritto da Melchiorre Cesarotti.
Bene quindi abbiamo detto che le tematiche di questa nuova corrente letteraria saranno diverse in tutta europa. Essa comunque si baserà sulla riscoperta della Natura la quale è posta al centro dell’attenzione dell’artista, ma anche tutto ciò che non è razionale è al centro dell’attenzione del poeta il quale ha oltretutto un certo gusto per il TORMENTO: infatti ricordiamo il quadro di FRIEDRICH –viandante su mare di nebbia, dove l’artista lascia trasparire un senso di malinconia e di depressione espresso da un cielo tempestoso.
Il Romanticismo inoltre muove anche dalle dottrine cosmopolite secondo le quali siamo tutti cittadini del mondo e grazie alle quali ritroviamo illustri personaggi Romantici come l’inglese Byron che addirittura perseguì quest’ideale andando a combattere nella guerra per la liberazione della Grecia e dalla quale è ritenuto come un eroe Nazionale.
Come l’illuminismo inoltre aveva la sua massima espressione nel Trattato, il romanticismo trova la sua massima espressione nella POESIA grazie alla quale si arriva al SUBLIME( sub-limen sotto pelle…qualcosa che ti arriva al di sotto della tua percezione sensoriale e ti invade tutto Infinito di Leopardi).
Infine abbiamo trattato del fatto che data la sua forma personale esso è diverso nei vari paesi: in Germania abbiamo detto il punto di riferimento è il Medioevo e la ricerca delle prp radici e quindi ciò ci fa pensare che ciò sta anche alla base del Nazionalismo di Fichte e poi Hitler.
In Inghilterra il termine romantico è tutto ciò che è legato all’irrazionale quindi al gotico, alla contemplazione per i cimiteri, antichi castelli e rovine…esempio con Frankenstein di Mary Shelley
In italia invece i romantici sono innanzitutto dei classicisti in quanto le nostre origini sono classiche, ma anche dei realisti aumentato anche dal fatto del patriottismo col desiderio di libertà dallo straniero e di indipendenza che si riversa nel pensiero politico di Cavour-Mazzini-Garibaldi.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità