Ominide 395 punti

Decadentismo - Etimologia della parola


Siamo nella seconda metà dell'800 e in Francia comincia a circolare la parola Decadente, con un significato dispregiativo, era usato per identificare i famosi "poeti maledetti". Questi ultimi conducevano una vita disordinata e senza regole, per questo motivo venivano chiamati poeti decadenti. Il termine "Decadentismo" viene dal sonetto di Verlaine, che si intitola "Langueur" dove vi è scritto: "io sono l'impero alla fine della decadenza".
Il termine "Maledetti" invece viene da una poesia di Boudelaire,dal titolo "Benediction".
Come si può notare dal periodo storico, questo movimento convive con il naturalismo, ma i due movimenti prendono strade diverse, infatti le poeti dei decadenti non si occuperanno di problemi sociali e politici, ma si concentreranno sulle sensazioni del poeta. I decadenti parlano nelle loro poesie di un senso di stanchezza, angoscia e noia. Questo movimento si diffuse in tutta l'Europa ma con ritardo in Italia perché:
1)La poesia italiana era molto legata al genere classico di Carducci;
2)Secondo Benedetto Croce era una corrente irrazionale, bestiale e disumana.
Abbiamo una crisi dei valori tradizionali, quali amicizia e patriottismo,l'uomo non crede più nel progresso, quindi i decadenti vivono in uno stato di angoscia esistenziale.
I poeti rifiutano le forme metriche tradizionali, preferendo usare forme aperte e il verso libero, non rispettano la strofa perché la poesia per loro rappresenta un'illuminazione e una rivelazione dell'ignoto.
Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email