pexolo di pexolo
Ominide 8985 punti

il primo pane


Il primo pane di Robinson Crousoe

Robinson Crusoe è uno spirito vagabondo che non ascolta i consigli del padre, il quale vorrebbe per lui una vita tranquilla, perché a lui piace viaggiare. Il padre, sempre più amareggiato dalla scelta di vita del figlio, arriva a dirgli che se andrà per mare Dio non avrà alcuna pietà di lui. I primi viaggi di Crusoe sembrano avverare la profezia paterna (nel primo per poco non ci lasciava le penne durante una tempesta e in un altro passa un periodo di tempo in schiavitù), perciò il protagonista comincia a pensare di seguire i consigli paterni e si stabilisce in Brasile, dove compra una piantagione di tabacco. Tuttavia non passa molto tempo che già Robinson decide di mettersi al comando di una spedizione per procurarsi, a lui e ad altri coltivatori, degli schiavi che li aiutassero nel loro faticoso lavoro. Alla fine di questo viaggio, però, Crusoe è l'unico superstite di un naufragio su un'isola deserta. Ma grazie al suo acuto ingegno Crusoe riesce a sopravvivere sull’isola per 28 lunghi anni. Presto comincia a costruire utensili, ad addomesticare gli animali del posto, a coltivare cereali e quindi impara l'arte della sopravvivenza. Questa vita gli permette di ragionare in modo più profondo sulla religione e la Provvidenza, tanto che Robinson arriverà a considerare il suo soggiorno sull'isola come una punizione divina alla sua imprudenza. Ma l'isola non è disabitata: occasionalmente dei nativi vanno a compierci dei riti cannibalistici. Così Robinson, sempre attraverso un'acuta strategia, sogna di farsi un compagno sull’isola salvando una vittima dei cannibali. In una occasione il piano riesce e il salvato, in cambio, promette di essergli servo fedele per tutta la vita. Chiamatolo Venerdì, proprio dal nome del giorno in cui è stato salvato, Robinson riesce a convertirlo al cristianesimo.

Dopo 28 anni dal naufragio, in seguito ad un ammutinamento un capitano spodestato e altri due marinai vengono trasportati sull'isola ed ivi abbandonati. Ma Crusoe e il compagno intervengono e aiutano il capitano a riconquistare la nave, chiedendo in cambio di poter raggiungere l'Inghilterra. Giunto nel Paese dopo un lunghissimo viaggio scopre che i suoi genitori sono morti, così decide di tornare in Brasile per dedicarsi alla sua piantagione e con grande sorpresa scopre che grazie a questa era diventato ricco; così, ma ciononostante vende la sua parte di terreno per tornare in Inghilterra, dove sposarsi ed avere una famiglia. Alla fine del racconto, tanta è la sua voglia irrefrenabile di mettersi in viaggio, decide di ripartire sulla nave del nipote.

Hai bisogno di aiuto in Autori e opere 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità