Lauree in inglese? Ecco gli atenei più 'British'

soft skills

Aiutano ad arricchire le competenze linguistiche e allo stesso tempo aumentano senza dubbio le opportunità di lavoro. Stiamo parlando dei corsi universitari in lingua inglese, in costante aumento all’interno del panorama universitario italiano. Sono sempre di più infatti gli atenei che organizzano corsi sia di laurea triennale che specialistica nella lingua più parlata e utilizzata al mondo. E questo nonostante lo stop dato dalla sentenza del Consiglio di Stato lo scorso 29 gennaio 2018, che ha bocciato la decisione del Politecnico di Milano di organizzare intere lauree magistrali e dottorati in lingua inglese.



Corsi universitari in lingua inglese: fenomeno in rapida ascesa

Il numero dei corsi di laurea in lingua inglese è in aumento: sono arrivati a quota 440 in 55 atenei, rispetto ai 351 del 2018/19 e ai 339 del 2017/18 come riportato da ‘Il Sole 24 ore’. Tra gli atenei con il maggior numero di proposte per il prossimo anno svetta l’Alma Mater Studiorum di Bologna, con 40 corsi interamente in inglese, secondo il Politecnico di Milano con 35. A seguire l’università di Padova e La Sapienza di Roma con 25 proposte a testa e poi la Statale di Milano con 20 proposte per l’anno accademico 2019/20, stesso numero per l’ateneo di Trento. E poi la Bocconi con 16, Genova e Siena con 14, Bolzano con 13, Torino con 12, Pavia con 11. Ultime posizioni per Tuscia, Cagliari, Sassari e Roma Tre con un solo corso di laurea in lingua inglese attivato. Bisogna però sottolienare che nonostante i numeri siano incoraggianti, in totale solo un ateneo su 10 'parla inglese'.
E se aumentano i corsi, lo stesso vale per gli iscritti: si passa dai 16.385 dell’anno accademico 2013/14 ai 52.438 del 2018/19, mentre le matricole sono salite da 1.883 a 3.931.
Potrebbe Interessarti
×
Skuola | TV
Buone vacanze ragazzi!

La Skuola Tv torna a ottobre. Buone vacanze a tutti gli studenti!

1 ottobre 2019 ore 16:00

Segui la diretta