Il Collegio 5, ottava puntata: cosa è successo e come vederla

RaiPlay
In collaborazione con RaiPlay
il collegio 5

L’ora della verità è arrivata. Per i ragazzi de Il Collegio 5 l’ottava e ultima settimana di permanenza nel convitto “Regina Margherita” di Anagni è coincisa, infatti, con la preparazione dell’esame di terza media. Normale un po’ di tensione tra i collegiali, anche in quelli apparentemente più preparati: in fondo affrontare il giudizio dei professori non fa dormire sonni tranquilli mai, figurarsi in un frangente del genere.
Tranquilli, però: lo spirito ‘rivoluzionario’ di alcuni non ha fatto sentire la sua mancanza nemmeno in vista dei titoli di coda. Ma è solo dopo aver concluso tutte le prove che gli alunni del collegio 1992 si sono potuti scatenare sul serio. Manifestando tutta la loro gioia ma anche la loro tristezza. In fondo si conclude un’avventura indimenticabile che rimarrà impressa per sempre nel cuore di ognuno.
Non hai visto l’ottava puntata de Il Collegio 5 ma vuoi sapere come è andata a finire? Vuoi sapere chi ha concluso il suo percorso con successo? Chi sono stati i migliori di questa edizione? Qual è stata la reazione dei ragazzi nel momento di tornare alla vita ‘reale’? Nessun problema: te lo raccontiamo noi.

Il Collegio 5: ecco cosa è successo nell’ottava e ultima puntata



  • Un programma mostruoso

  • Il programma d'esame prevede tantissime nozioni che i collegiali dovranno studiare in pochi giorni. La preoccupazione sale oltre ogni limite. Una parte dei ragazzi – capitanata dai rappresentanti di classe Giulia Matera e Giordano - decide di proporre al Preside un 'taglio' agli argomenti da ripassare. Le prime divisioni nel gruppo, tra chi è d'accordo con il tentativo di trattativa e chi invece è contrario, iniziano già a farsi sentire. Il risultato? Disastroso: il programma aumenta ancora.

  • Dall’altro lato della cattedra

  • Ma non c'è tempo per disperarsi, iniziano le lezioni decisive. Con la formula tipica dell'ultima settimana de Il Collegio: gli studenti vanno in cattedra e spiegano (o almeno tentato di farlo) ai compagni e ai professori – che nel frattempo si siedono tra i banchi imitando le gesta del nuovo 'docente' – gli argomenti d'esame. Per i ragazzi è il modo di capire quanta fatica fanno gli insegnanti per mantenere l'ordine quando la classe fa i propri comodi. Nessuno riesce a farsi sentire: è il caos totale.



  • Questo diploma è per te

  • Con il professor Maggi si 'studiano' i gemelli Prezioso. I collegiali vengono invitati a trovare le differenze trai due. Ma, in realtà, sono molto simili. Soprattutto su una cosa: la pigrizia, che si traduce in una preparazione che non lascia presagire nulla di buono in prospettiva esame. Per coinvolgere di più la classe, i ragazzi vengono invitati a dedicare il diploma a qualcuno, proprio come facevano gli autori della letteratura italiana con le loro opere. Le insicurezze salgono sempre più a galla. Non c'è argomento che non mandi nel panico i collegiali.

  • Il sequestro

  • L'ispezione a sorpresa del Preside, durante la lezione di geografia (sui vulcani), mette ancora di più in ansia i ragazzi. Anche perché ne approfitta per fare qualche domanda qua e là. Come se non bastassero quelle dei professori. La disperazione porta alcuni elementi della classe a un gesto estremo: sequestrare lo scheletro, usato per lezioni di anatomia, chiedendo come riscatto il diploma per tutti.

  • Tempo di ricordi

  • Largo alle emozioni con la proiezione delle immagini con i momenti più significativi del collegio 1992. Dal taglio dei capelli alle lezioni creative, dalle competizioni studentesche alle situazioni più divertenti. I ragazzi si rendono conto di come sia volato il tempo e di quante cose siano accadute dal loro ingresso. Tante risate e qualche lacrima di commozione. Solo Maria Teresa esplode nel pianto: non si piace per come appare in foto e ha paura che allo stesso modo la giudichino gli altri. Solo l'intervento della sorvegliante la riesce a consolare e a farle capire che i problemi sono altri.

  • Notte prima degli esami

  • La notte prima degli esami va in scena il più classico dei ripassoni generali. Il vero incubo per la maggior parte dei collegiali è, come prevedibile, la matematica. I ragazzi cercano di aiutarsi a vicenda. Ma Andrea D.P., sentendo l'ansia da prestazione tipica del primo della classe, va letteralmente in crisi. Per evitare di andare definitivamente in tilt, decide di isolarsi per ultimare la preparazione.

  • Scritto d’italiano con supplemento

  • Iniziano le prove scritte. Prima, però, c'è da risolvere una questione: in classe c'è ancora lo scheletro che aspetta di capire il suo destino; verrà liberato in cambio della promozione generale? I ragazzi, probabilmente, se ne sono dimenticati. Ci pensa il professor Maggi, prima di affrontare lo scritto d'italiano, a regolare i conti: il previsto tema – un bilancio dell'esperienza nel collegio e del rapporto con gli altri - si arricchisce di un tassello in più (imparare l’opera “Dei sepolcri” di Foscolo a memoria). Lo spettro del fallimento porta i collegiali che non avevano partecipato al 'sequestro' dello scheletro a dissociarsi dai colpevoli. Solo questi ultimi dovranno affrontare il supplemento d'esame. Andrea P., dal canto suo, sembra già gettare la spugna.

  • Enzo numero uno!

  • La prima prova è andata. Ma il clima rilassato si spegne immediatamente: c'è da affrontare il temutissimo compito di matematica. La classe le inventa tutte per copiare e passarsi suggerimenti utili. Solamente Sofia sembra dormire sonni tranquilli, proprio per questo sorvegliata a vista dalla vicina di banco Giulia M. Gli altri provano ad arrangiarsi come possono. Per loro fortuna la professoressa Petolicchio deve temporaneamente assentarsi dall'aula. Si scatena l'inferno. Tutti (o quasi) copiano, anche grazie alla complicità del bidello: Enzo uno di noi!



  • La seconda occasione

  • Il destino dei collegiali è ora nelle mani dei professori, assistiti nella correzione degli scritti dall'onnipresente Preside. Quasi tutti vengono ammessi all'orale senza particolari patemi. Gli unici a tremare sono Luna e Linda (insufficienti nella prova di matematica) e Luca Z. (il suo tema è buono nel contenuto ma gli errori di grammatica sono troppi): anche loro, però, avanzano ma dovranno impegnarsi più degli altri per farcela. Solo una posizione resta fortemente in sospeso: quella di Andrea P. che però, nonostante gli sforzi per sabotare il proprio esame, viene ugualmente convocato per il colloquio. Il suo piano è fallito: a farlo saltare il professor Maggi, che vuole fargli prendere il diploma a tutti i costi. Andrea P. non sembra apprezzare: era convinto di aver terminato i suoi sforzi. Non è così.

  • Verso l’orale

  • La lezione di ballo, durante la quale i collegiali devono preparare la coreografia per la festa di fine corso (ispirata al film “Le Iene” di Tarantino), aiuta la classe ad allentare la tensione pre-orale. Solamente Luna non riesce a non pensare al suo rendimento traballante. La vigilia del colloquio è ancora più intensa di quella degli scritti. Persino Andrea P. decide di fare sul serio. Mentre Giulia S. trova in Andrea D.P. il suo personale motore di ricerca in carne ed ossa, chiedendogli qualsiasi cosa.

  • E’ il turno di...

  • Si parte con gli orali. Qualcuno approfitta delle prime luci dell'alba per affinare gli ultimi dettagli, qualcun altro cerca un sostegno dall’alto pregando. La prima ad affrontare la commissione d'esame è Giulia M., seguita da Maria Teresa e da Alessandro G: non mancano le incertezze ma, tutto sommato, è andata. È poi il turno di Davide, Sofia e Giordano: per loro un esame impeccabile. I successivi a entrare sono i gemelli Prezioso: lo scenario cambia, sono più le risposte sbagliate di quelle corrette; per loro l'esito è tutt'altro che scontato, con un leggero vantaggio per Leonardo su Andrea.

  • Finalmente è finita!

  • L'orale di Usha riporta il sorriso (e qualche occhio lucido) sul volto dei professori. Linda e Luna, invece, confermano le lacune mostrate durante gli scritti. Giulia S., per assicurarsi la benevolenza dei professori, prova invece a corromperli (per gioco) con i soldi della paghetta: la commissione non gradisce la sua ironia. Con Andrea D.P., Bonard e Luca Z. i docenti approfondiscono i contenuti del tema d’italiano, dopodiché si passa all'interrogazione di inglese: i tre ragazzi, usando la loro padronanza della lingua straniera, devono provare a conquistare...il professor Callahan. Gli esami sono finiti.

  • Una festa travolgente

  • La felicità è incontenibile. Il professor Carnevale prova a sfruttare la mente ormai libera da pensieri dei ragazzi per un esercizio di creatività: creare il collegiale dei sogni, unendo i particolari del viso dei compagni, prendendoli dalle loro foto. Ma è arrivata la sera e, con essa, il momento di festeggiare. Si divertono tutti: ragazzi, insegnanti, sorveglianti e chiunque voglia lasciarsi alle spalle tutte le cose negative delle otto settimane appena trascorse. L'ultima notte deve essere interminabile: i collegiali si radunano attorno a un ideale falò e leggono la lettera che hanno scritto per il compagno con cui hanno legato di più. Non c’è verso di dormire. La tristezza e la gioia per aver completato la missione sono i sentimenti dominanti. Ormai, però, è giorno: si riabbracciano le famiglie e si riceve il diploma (ce la fanno tutti tranne, purtroppo, Andrea P.). I migliori in assoluto? Sofia e Andrea D.P.



    Il Collegio 5: guarda l’ottava puntata e tutto il programma su RaiPlay


    Si conclude così Il Collegio 5: si torna alla vita di prima. Siamo dunque arrivati al capolinea del viaggio nel passato, destinazione 1992. Per chi si fosse perso tutto quello che è successo nell’ottava e ultima puntata del 15 dicembre, per chi volesse rivedere il programma in un colpo solo o per chi volesse semplicemente rivivere tutte le emozioni di questa edizione la soluzione è a portata di mano. Gli basterà connettersi con Raiplay, entrare nella sezione dedicata a Il Collegio 5 e selezionare le puntate intere, le decine di clip o i tanti contenuti extra disponibili. Buona visione!