Studio estivo? Trucchi pratici per studiare in spiaggia

manliogrossi
Di manliogrossi
soft skills

Se gli esami di Maturità sono ormai agli sgoccioli, lo stesso non può certo dirsi per quelli universitari. La sessione estiva, infatti, terminerà in quasi tutti gli atenei intorno alla fine luglio; sono tanti quindi gli studenti che in questi giorni sono alle prese con lo studio matto e disperato, reso ancora più pesante dalle alte temperature. Per combattere il caldo e provare ad assaporare un po’ l’estate, è possibile recarsi in spiaggia e preparare qui gli esami. Pensi sia una mission impossible? Niente affatto! Ecco una serie di trucchi per preparare i tuoi esami universitari stando sul bagnasciuga….a studiare!


Studiare al mare: ricordati gli occhiali da sole

Prima di uscire di casa, oltre al telo da mare, al costume e ovviamente ai libri e a tutto al materiale che ti occorre per preparare l’esame, non dimenticare gli occhiali da sole. Anche se non starai sotto il sole a prendere la tintarella, come tutte le altre persone che avrai attorno, la luce in spiaggia è molto forte e gli occhiali da sole sono davvero indispensabili soprattutto per chi, come te, deve studiare! Non averli, infatti, potrebbe provocarti non poco fastidio agli occhi e ciò potrebbe diventare un alibi per non studiare. All’esame, poi, cosa dirai al prof?!

Studiare in spiaggia… all’ombra

Arrivato in spiaggia, la prima cosa che devi fare è individuare subito un posto all’ombra o, in alternativa, affittare un ombrellone. Studiare sotto il sole, soprattutto nelle ore più calde, ovvero dalle 12.00 alle 15.00, è davvero impossibile oltre che molto pericoloso. Il rischio, infatti, è quello di prenderti una brutta insolazione. Stando all’ombra poi, avrai la possibilità di non patire molto il caldo e studiare bene. Ricorda, il tuo obiettivo principale è quello di prepararti al meglio e superare gli esami!

Proteggi i tuoi libri durante il tuo studio in spiaggia

Durante qualsiasi sessione d’esame il bene più prezioso per ogni studente sono certamente i libri, o almeno così dovrebbe essere. Se decidi di recarti in spiaggia, dovrai stare ancora più attento rispetto al solito ai testi e a tutto ciò che ti è necessario per studiare (gli appunti, il quaderno con gli schemi, le dispense). Dopo aver messo la crema solare, ad esempio, assicurati di aver pulito bene le mani per evitare di rendere appiccicose le pagine del tuo libro e del tuo quaderno. Occhio poi ai ‘pericoli’ della spiaggia come palloni da beach volley o palline da racchettoni…è un attimo che arrivino sul tuo materiale d’esame!

Via lo smartphone mentre studi al mare

Nonostante tu sia in spiaggia, devi ricordarti che il motivo per cui sei lì è uno solo: studiare. Evita quindi di cedere alla tentazione di usare lo smartphone per fare foto al panorama che hai davanti, al tuo nuovo costume alla moda oppure per contattare i tuoi amici e far sapere loro dove ti trovi. Insomma lo smartphone, a meno che tu non debba fare una veloce ricerca last minute o verificare quale info contenuta sui tuoi appunti che proprio non ti torna, è davvero superfluo quando studi. Soprattutto se scegli di farlo in spiaggia!

Come studiare al mare e mantenere la concentrazione

La cosa più difficile da fare se decidi di studiare in spiaggia è certamente rimanere concentrato. Non c’è dubbio che, a differenza di una vuota biblioteca o della tua cameretta, ci siano più distrazioni…in primis la voglia di farsi un bel bagno rinfrescante! Come resistere? Facile, pensa che è meglio fare un tuffo domani, dopo aver superato tutti gli esami della sessione estiva, che oggi con l’angoscia di dover ancora affrontare ore e ore di studio…e poi avere anche qualche senso di colpa! Ti conviene quindi isolarti dal contesto che hai attorno e pensare solo allo studio.

Skuola | TV
Buone vacanze ragazzi!

La Skuola Tv torna a ottobre. Buone vacanze a tutti gli studenti!

1 ottobre 2019 ore 16:00

Segui la diretta