Sfigati e stangati: tasse doppie ai fuori corso

studenti fuori corso aumento tasse spending review

Non c'è pace per i 600.000 fuori corso all'università. Sfigati a detta del vice Ministro del Lavoro Michel Martone, e ora anche tartassati dalla spending review. Ieri infatti il Senato ha approvato una emendamento che prevede un aumento delle tasse universitarie per gli studenti fuori corso fino al doppio rispetto ad uno studente pari reddito ma in corso. Tuttavia gli aumenti più pesanti saranno a carico dei redditi d'oro: l'aumento fino al 100% è previsto solo per quelli oltre 150.000 euro. E i maggiori introiti dai fuoricorso serviranno ad offrire più risorse per borse di studio e servizi vari. Insomma una sorta di Robin Hood Tax per sostenere le agenzie regionali per il diritto allo studio.

PROFUMO NE AVEVA PARLATO - Già una decina di giorni fa, come vi aveva riportato Skuola.net, il Ministro aveva fatto intendere che il paese non poteva più permettersi il costo, sociale ed economico, dei fuori corso. Suggerendo anche agli studenti lavoratori di optare per il part-time al fine di conciliare studio e lavoro.

COME FUNZIONA - Gli aumenti saranno decisi entro il 31 marzo di ogni anno e saranno a discrezione degli atenei secondo criteri contenuti in un decreto del Ministero dell'Istruzione. Tali criteri saranno "sulla base dei principi di equità, progressività e redistribuzione e tenendo conto degli anni di ritardo rispetto alla durata normale dei rispettivi corsi di studio, del reddito familiare Isee, del numero degli studenti appartenenti al nucleo familiare iscritti all'università e della specifica condizione degli studenti lavoratori".

I LIMITI - Tuttavia viene posto un tetto agli aumenti: gli studenti fuoricorso con un ISEE fino a 90.000 euro potranno pagare al massimo il 25% in più di quelli in corso, quelli con un ISEE tra i 90.000 e i 150.000 euro potranno pagare fino al 50% in più, quelli con un ISEE oltre i 150.000 euro addirittura il 100% in più degli studenti in corso.
La norma prevede anche che gli introiti siano destinati, per il 50%, alle borse di studio e per il resto a interventi di sostegno a servizi abitativi, di orientamento, di ristorazione e di assistenza.

PERCHE' COSTANO I FUORI CORSO? - Perché questa norma rientra in una legge di carattere economico come quella sulla spending review? Forse non tutti sanno che uno studente universitario ogni anno costa allo Stato una cifra quantificabile in circa 10.000 euro. Di questi, solo una piccola parte viene coperta con le tasse universitarie. Pertanto uno studente fuori corso, indipendentemente dal motivo, viene a costare alle casse pubbliche molto più di uno studente in corso. Ecco quindi la logica (condivisibile o meno) per cui si propone questo aumento delle tasse a carico dei fuori corso. Se da un lato infatti per alcuni di essi il ritardo è da imputarsi ad una scelta personale, per altri è magari la struttura stessa dei corsi universitari a produrre questo ritardo. Non a caso una università privata come la Luiss Guido Carli vanta una percentuale di fuori corso pari allo zero.

ALCUNE POSIZIONI - Marco Meloni, PD, segnala a Skuola.net che l'emendamento non colpirà gli studenti lavoratori, ma chi ha redditi familiari elevati o molto elevati e ritarda negli studi, che contribuisce direttamente ad ampliare le opportunità per gli studenti “capaci e meritevoli, ancorché privi di mezzi” e al miglioramento dei servizi rivolti a tutta la comunità studentesca. Contrario Luca Spadon di Link: "Purtroppo spesso i fuoricorso sono considerati un peso per la società e si ritiene che essi debbano pagare più degli studenti in corso, in quanto sarebbero uno spreco e una fonte di ulteriore spesa per lo stato - continua Luca Spadon - in realtà gli studenti che allungano i tempi di studio non sono un costo aggiunto per le università, in quanto pagano le tasse persino più degli altri studenti in corso e spesso non utilizzano appieno i servizi degli atenei, inoltre non comprendiamo come oggi studiare possa essere considerato da coloro che ci governano come un peso e non come una risorsa".

Cosa ne pensi dell'aumento delle tasse agli studenti fuori corso? Dì la tua commentando la news!

Daniele Grassucci

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta