Genius 13703 punti

Demanio

Il demanio è il complesso dei beni che appartengono allo Stato, alle Regioni ed ai Comuni, e sono destinati all'uso diretto o indiretto dei cittadini. Gli elementi che caratterizzano un bene demaniale sono:
- appartenenza allo Stato o ad enti pubblici minori: Regione, Provincia e Comune;
- natura immobiliare;
- uso pubblico.
I beni demaniali sono:
- lido;
- spiaggia;
- laguna;
- canale;
- foce del fiume;
- scogliera, scalo, diga, molo e banchina (che fanno parte del demanio portuale);
- pertinenze: boe per ormeggio, fari e fanali, boe di segnalamento, torri, gavitelli.
I beni demaniali possono essere inoltre:
- inalienabili: fuori commercio, non possono essere né venduti né ceduti per legge;

- imprescrittibili e non usucapibili: non sono soggetti né a prescrizione né a usucapione
I beni patrimoniali sono invece:
- fabbricati sul demanio portuale costiero;
- gru;
- capannoni.
Esistono anche delle delimitazioni dei beni del demanio marittimo che sono vicine alle zone di proprietà privata. La delimitazione viene in questo caso effettuata dal capo del compartimento o da una autorità istituzionale locale (art. 55 e 58 del C.N).
Quando un bene demaniale è dichiarato inservibile viene trasferito nella categoria dei beni patrimoniali attuando la cosiddetta sdemanializzazione con un atto formale dell'autorità amministrativa.

Concessioni demaniali
A volte capita che l'amministrazione conceda a privati l'uso o l'occupazione dei beni demaniali per un determinato periodo di tempo, previo pagamento del canone ed altri obblighi da parte del concessionario.
Tra le più frequenti concessioni demaniali abbiamo:
- fabbricati per uso commerciale (ristorazione, ufficio..);
- gestione di stabilimenti balneari sulla spiaggia;
- raccolta di arena e ghiaia;
- diritto di pesca su determinate zone di mare.
Sulle concessioni demaniali si precisano tre importanti caratteri:
1) L'uso del bene demaniale: il concessionario non può operare il sub-ingresso di terzi senza autorizzazione dell'amministrazione; può chiedere il rinnovo della concessione solo dopo il consenso dell'amministrazione tramite atto formale. Quest'ultima può inoltre revocare la concessione per sopraggiunti interessi pubblici (Perdita della concessione), con decorrenza immediata e priva di alcun indennizzo.

2) Decadenza: il concessionario può perdere i diritti sull'uso del bene per: cattivo uso, cambiamento non autorizzato dello scopo per il quale è stata fatta la concessione; omesso pagamento del canone.
3) Estinzione: i diritti sul bene possono essere estinti quando: subiscono per cause naturali modifiche tali da rendere impossibile l'uso; revoca; rinunzia motivata del concessionario; decadenza.
In seguito alla cessazione della concessione i beni fissi costruiti nella zona demaniale restano allo Stato, senza rimborso.

Hai bisogno di aiuto in Navigazione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove