Video appunto: La guerra di Piero


In questo appunto viene descritta La guerra di Piero. La guerra di Piero è una canzone del cantautore italiano Fabrizio De André, registrata con i musicisti Vittorio Centanaro alla chitarra e Werther Pierazzuoli al basso.

Indice
L’autore della canzone: Fabrizio De André
L’album in cui venne inserita
Di cosa parla la canzone
Le caratteristiche della canzone
Il successo della canzone

L'autore della canzone: De André



Il cantautore della canzone La guerra di Piero è Fabrizio De André.



  • Fabrizio De André (a tutti noto con il celebre soprannome Faber, che gli è stato attribuito da Paolo Villaggio) è stato uno dei più conosciuti e grandi cantautori italiani.

  • I particolari testi delle sue canzoni sono considerate da vari critici come poesie: questo ha portato De André non solo ad essere considerato uno dei più importanti poeti italiani del XX secolo, ma anche ad essere spesso definito come il “cantautore degli emarginati” o il “poeta degli sconfitti”.

  • È l’artista con il maggior numero di riconoscimenti da parte del Club Tenco (sei targhe e un Premio Tenco).

  • Nasce a Genova il 18 febbraio del 1940.

  • Muore a Milano, l’11 gennaio del 1999.

  • In quarant’anni di attività artistica, ha inciso 14 album in studio.

  • Ha collaborato con tantissimi cantautori italiani.

  • È uno degli esponenti della “Scuola genovese” insieme a Bruno Lauzi, Umberto Bindi, Luigi Tenco e Gino Paoli, nucleo di artisti che rinnovò la musica leggera italiana.

  • Di idee anarchiche e pacifiste, ha spesso manifestato le sue posizioni politiche e sociali attraverso la sua musica. I suoi brani contengono insegnamenti preziosi e principi morali che hanno portato ad assegnare a De André anche l’etichetta di intellettuale oltre che poeta.

  • Il metodo compositivo di De André è stato a lungo considerato prettamente letterario, ma oltre a dedicarsi molto alla costruzione del testo, aveva ovviamente una grande attenzione per la parte musicale.



L'album in cui venne inserita




  1. “La guerra di Piero” venne inserita nel primo album del cantautore, “Tutto Fabrizio De André” (1966).

  2. Il cantautore aveva già inciso varie canzoni, ma non aveva mai pubblicato una vera e propria raccolta.



Di cosa parla la canzone




  • Il tema principale della canzone La guerra di Piero, come lo stesso De André ha dichiarato, è quello della guerra: è una sorta di denuncia contro le atrocità della guerra stessa.

  • L’ispirazione per questa canzone fu lo zio del cantautore, sopravvissuto del campo di concentramento durante la Seconda guerra mondiale. I racconti, il suo ricordo e il resto della vita trascorso alla deriva segnarono nel profondo il cantautore e la sua sensibilità.

  • Il testo della canzone La guerra di Piero inizia con la narrazione di un soldato che cammina, da solo, durante l’inverno. Piero sta combattendo una guerra che non vuole combattere, poiché è stanco di vedere solo morte e distruzione.

  • Tra i passaggi più famosi della canzone vi è l’incontro di Piero con un soldato nemico che si trova si nello schieramento avversario, ma che versa nella stessa tragica condizione di Piero, indossando però una divisa diversa.

  • Piero non riesce a ucciderlo come dovrebbe fare, poiché ha un momento di umanità in cui non riesce a sparargli. Questa pietà non è però corrisposta, poiché l’altro soldato, impaurito, lo uccide per sopravvivere.



Le caratteristiche della canzone




  • La canzone La guerra di Piero è una ballata (forma poetica che, attraverso una successione di strofe, racconta una storia con una morale contenuta di solito nel ritornello) e rientra nel genere della musica d’autore e del folk rock.

  • La canzone è composta da tredici strofe, ognuna composta da 4 endecasillabi.

  • Oltre ad essere musicata, la canzone presenta numerose ripetizioni a livello testuale che le conferiscono un ritmo molto particolare e che sottolineano nel testo stesso i passaggi più carichi di emotività e significato. Ad esempio, nell’ottava strofa, quando viene riportato il discorso centrale di Piero, si ripetono per due volte le espressioni “vedere” e “il tempo”.

  • È il tempo infatti ad essere uno dei protagonisti della situazione de La guerra di Piero: mentre Piero riflette su come sarà il tempo stesso a dargli la possibilità di vedere un uomo che muore, lui perde irrimediabilmente tempo, dando così modo di agire al soldato nemico.

  • Le rime si alternano tra baciate e incrociate.

  • Vi sono molti richiami ad altre poesie, come “Le dormeur du val” di Arthur Rimbaud, oppure “Dove vola l’avvoltoio” di Italo Calvino.

  • Il testo La guerra di Piero è narrato da 2 voci: Piero, il protagonista, e il narratore esterno, ma che in alcuni momenti entra nella narrazione attraverso delle esortazioni rivolte proprio a Piero, immedesimandosi nella situazione e perciò provocando anche un maggior coinvolgimento nel lettore/ascoltatore.



Il successo della canzone





  • La guerra di Piero è sicuramente uno dei brani più famosi di De Andrè e uno dei primi che verrà inserito nelle Antologie scolastiche delle scuole elementari, fatto su cui lo stesso cantautore ha molto ironizzato.

  • Il suo successo però crebbe con il tempo: attraverso gli anni, La guerra di Piero e la storia di questo soldato diventarono un vero proprio inno contro le atrocità e la crudeltà della guerra.



Progetto Alternanza Scuola lavoro.