Ominide 902 punti

JOHANN SEBASTIAN BACH
- Bach nasce il 21 marzo 1685 in Turingia da una famiglia di musicisti, frequenta la scuola latina dove gli viene impartita un’educazione fondata sull’apprendimento della dottrina luterana e del latino.
- 1700→ si reca in una scuola che accoglie giovani di talento i quali garantiscono il servizio liturgico-musicale della Chiesa in cambio di un’ottima istruzione, vitto e alloggio.


- 1703→ Ha inizio l'attività professionale di Bach come lacchè del duca di Weimar; tra i suoi compiti vi era quello di suonare il violino e di sostituire, in caso di assenza, l’ organista di corte. Insoddisfatto dell’incarico, abbandona Weimar e si trasferisce a Arnstadt, svolgendo la professione di organista della “Chiesa Nuova” della città. Tra il musicista e gli organismi ecclesiastici di controllo disciplinare e amministrativo intercorrono rapporti difficili. All'artista vengono contestati lo stile organistico troppo complesso, la partecipazione a un duello e un'assenza ingiustificata di quattro mesi.

- 1707→ Bach ottiene un incarico più remunerativo e prestigioso a Mulhausen come organista della chiesa di S. Biagio, viene coinvolto nelle dispute tra i pietisti, i quali sostengono la sola legittimità del canto dei corali con introduzione e supporto organistico. I luterani ortodossi invece consentono e sollecitano invece un repertorio più ricco ed elaborato. Bach è più vicino alla posizione luterana per motivi teologici e compositivi, mentre il pastore della chiesa di S. Biagio è un pietista; ciò comporta duri e frequenti scontri, che conducono alle dimissioni di Bach, che ritorna a Weimar, dove si distingue come organista e violinista dell'orchestra ducale da camera. La sua fama, in particolare come organista, cresce notevolmente in Germania.

- 1717: Bach assume l’incarico di direttore della musica presso la corte calvinista di Kothen(Sassonia), dove si ha la creazione di musica profana, poiché il calvinismo accetta solo il canto liturgico di inni monodici tradizionali.

- 1723→ Bach si trasferisce a Lipsia, città con un'intensa attività culturale, ricevendo la nomina di Thomaskantor, insegnante e direttore dei cori della chiesa di San Tommaso. Director musices, coordinatore e responsabile dell’utilizzo del repertorio sacro in tutte le chiese cittadine.

- 1729→ Egli assume la direzione del Collegium musicum, un gruppo costituito da studenti universitari che esegue musica profana in un locale pubblico e nei giardini di Lipsia. Bach muore nel 1750 in seguito a due operazioni chirurgiche che ha affrontato per guarire dalla cecità.
Per alcuni anni la produzione del compositore viene in parte dimenticata
Nel 1802 inizia la Bach-Renaissance, con la pubblicazione della prima biografia bachiana (scritta da Forkel).

[s]Le opere cembalistiche[/s]
Bach, secondo la consuetudine del tempo, adotta l’indicazione generica für Klavier (per tastiera) per chiarire la destinazione tastieristica di alcune composizioni, senza specificare quale tipo di strumento a corde vada utilizzato (Bach specifica solamente che il Concerto Italiano e le Variazioni Goldberg vanno eseguite al clavicembalo).
In questo tipo di opere rientrano quindi le composizioni destinate al clavicembalo, alla spinetta, al virginale e al clavicordo.

CAPRICCIO SOPRA LA LONTANAZA DEL SUO FRATELLO DILETTISSIMO (si b⁺)

Il capriccio, ovvero una composizione “a programma” in quanto associa didascalie letterarie alla scrittura musicale; la composizione di Bach è articolata in sei movimenti.

SEI SUITES INGLESI

Ogni suite è preceduta da un preludio a cui fanno seguito le classiche quattro danze, con l’inserimento tra la sarabanda e la giga di due danze dello stesso tipo: la prima nella tonalità della suite, la seconda nella relativa minore.

SEI SUITES FRANCESI

Queste non prevedono il preludio introduttivo, con l’aggiunta, tra la sarabanda e la giga, di due o più danze di andamento contrastante e tutte scritte nella tonalità della suite.

FANTASIA CROMATICA E FUGA IN RE⁻

Quest'opera è costruito su una struttura tripartita:
- fantasia→ carattere improvvisatorio e figurazioni di scale e arpeggi;
- Recitativo→ grande intensità drammatica;
- Fuga a tre voci → basata su un tema cromatico ascendente.


KLAVIERBÜCHLEIN

“Piccolo libro per tastiera” → opera didattica formata dai brani di Bach e alti autori

SEI PARTITURE TEDESCHE

Si tratta di suites caratterizzate dall’adozione di un modello formale non canonico: - le partiture sono precedute da un brano introduttivo sempre diverso; - L’andamento delle danze non corrisponde necessariamente a quello tradizionale (inserimento di danze aggiuntive);
- L'introduzione di movimenti non di danza come il capriccio, la burlesca e lo scherzo.

IL CONCERTO IN STILE ITALIANO

E' una versione cembalistica di un concerto solista (esclusivamente destinato al clavicembalo). In quest'opera Bach ricrea l’alternanza tutti-solo nel primo e nel terzo movimento, inoltre utilizza l’idea tematica iniziale come ritornello alla quale si contrappongono inserti brillanti (che nel concerto italiano vengono affidati ai solisti). →
Il secondo movimento è caratterizzato da una grande cantabilità finalizzata a valorizzare le risorse espressive dell’ interprete; vi è anche un'indicazione degli effetti di dinamica a terrazze (f e p). Si tratta di una procedura inconsueta per l’epoca, poiché i compositori affidano all’esecutore le decisioni relative all’intensità e non precisano nelle notazioni le differenziazioni.


VARIAZIONI GOLDBERG

Così denominate perché scritte per l’allievo Goldberg. Il basso proposto nell’Aria iniziale viene continuamente modificato nelle successive trenta variazioni, vi è inoltre un utilizzo di un contrappunto elaborato e grande fantasia.

IL CLAVICEMBALO BEN TEMPERATO

E' costituito da due parti, ognuna delle quali prevede 24 preludi e fughe in tutte le tonalità maggiori e minori disposte in ordine progressivo, è realizzato per “mettere alla prova” il sistema del temperamento equabile, grazie al quale si poteva appunto suonare in tutte le tonalità, poiché viene diviso il tono esattamente a metà

[s]Le opere organistiche[/s]

Bach conosce perfettamente le caratteristiche tecniche e le possibilità sonore dell’organo,combina arcaismo e innovazione.
Il corpus compositivo organistico comprende:

BRANI LITURGICI

Essi sono basati soprattutto su corali e sono destinati al culto luterano.

BRANI EXTRA-LITURGICI

Essi comprendono le forme libere come preludi, fughe, toccate e fantasie, toccata e fuga in re⁻, toccata in fuga, passacaglia in do⁻

[s]Le opere liturgiche vocali[/s]

LE CANTATE SACRE

Sono un tipo di forma che veniva eseguita durante le funzioni domenicali del pomeriggio, vengono adottati recitativi (sia secchi che accompagnati e arie. Bach aderisce ai contenuti testuali e non lascia spazio al virtuosismo e al belcantismo. Il coro: inizio con cori supportati da un’orchestra densa e ricca e con una conclusione corale semplice a quattro voci

LE PASSIONI
destinate alla settimana santa, hanno una struttura simile agli oratori → struttura simile agli oratori: il tenore ha il compito di intonare in stile recitativo secco gli episodi solisti, che sono un ruolo di singoli personaggi. Il coro è composto da varie persone ( per esempio la folla).

GLI ORATORI→ trattano differenti argomenti → comprendono tre composizioni liturgiche scritte a Lipsia; Oratorio di Natale: Sei cantate, esecuzione nel periodo tra Natale e l’Epifania; - Oratorio per l’Ascensione: musicalmente affine a una cantata; - Oratorio di Pasqua: unico brano liturgico con testo dialogico in rima.

I LAVORI IN LATINO→ Magnificat utilizzo del latino → Messa in si⁻ Bach adotta l’ordinarium missae della tradizione cattolica, comprende frammenti melodici gregoriani, fughe elaborate, arie soliste. .
La Messa è la prima forma musicale codificata→ Bach ne scrive una, poiché decide di confrontarsi con questa forma universalmente riconosciuta; la composizione di una Messa rappresenta, infatti, un’anomalia nella produzione liturgica di Bach, poiché questa era sempre destinata al culto luterano. Anche Beethoven, componendo la “Missa Solemnis” ha deciso di confrontarsi con questa forma.

[s]Le cantate profane[/s]→ formalmente affini a quelle sacre, con l’esclusione dei corali.
Bach ne scrive 26 che sono destinate a celebrare matrimoni, compleanni e onomastici oppure episodi significativi legati alla vita dell’università di Lipsia.

[s]I concerti e le overtures[/s]
I CONCERTI→ Presumono una profonda conoscenza della musica contemporanea italiana, soprattutto Vivaldi (Bach ha, infatti, trascritto molte sue opere) → 6 concerti brandeburghesi – comunemente vengono considerati concerti grossi, ma prevedono episodi in cui, all’interno del . concertino, emerge un “solista tra i solisti” (esempio Quinto concerto, clavicembalo solista) – Terzo e Sesto concerto, di gruppo→ gruppo strumentale dell’orchestra più raramente strumento solista E' caraterizzato da tre violini, tre viole, tre violoncelli, il clavicembalo che è suonato per parti reali ed è privo del movimento centrale.

→ Cinque concerti originali Sono più aderenti al modello vivaldiano; sono in realtà trascrizioni e adattamenti per strumenti diversi di altri autori.

LE OVERTURES
Sono state scritte per orchestra, sono suites che adottano una libera successione di danze e si accostano allo stile francese.

La musica da camera→ produzione profana → adozione di una struttura polifonica; → composizioni utilizzate da un punto di vista didattico comprende opere destinate al violino e al violoncello, Bach riesce a trasformare questi strumenti melodici in polifonici

[s]Le opere speculative [/s] Non sono destinate all’ esecuzione Comprendono lavori caratterizzati dal rigore costruttivo

L’OFFERTA MUSICALE Utilizza un tema dettato a Bach da Federico II di Prussia→ thema regium, può essere suonata in diverse tonalità

L’ ARTE DELLA FUGA E’ costituito da 19 canoni o fughe; non viene precisata la destinazione strumentale

Hai bisogno di aiuto in Musica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email