Ominide 11268 punti

Il misterioso popolo dei Feaci


Il primo dei passi presentati nell’Odissea ci ha mostrato una scena famosa: Odisseo, naufrago su una spiaggia dell’isola dei Feaci, viene soccorso dalla figlia del loro re, Nausicaa.
Ma chi sono i Feaci? Molto si è discusso sulla realtà storica di questa popolazione, che Omero colloca nell’isola di Scheria (poi dagli antichi identificata con Corcira, nome arcaio di Corfù, nel Mar Jonio), ma non fu mai trovato alcun indizio su di loro al di fuori della tradizione mitica, dove svolgono un ruolo di protezione nei confronti dei naviganti. Ormai la maggior parte degli studiosi attribuisce ai Feaci un’esistenza esclusivamente letteraria.
Odisseo arriva alla loro isola nel momento in cui la parabola della sua fortuna tocca il punto più basso: è un naufrago nudo e mendico, e ha appena lasciato, su di una zattera, una terra ai confini del mondo, dove ha vissuto otto anni con una dea, lontano da ogni contatto umano. però quando, pochi giorni dopo, riparte per Itaca, è trasformato. È tornato a essere un eroe miceneo, fisicamente forte e di bell’aspetto; ha ripreso nella reggia di Alcinoo le abitudini di vita aristocratiche proprie della sua classe; è di nuovo un uomo ricco di splendidi, preziosissimi doni. Tutto questo grazie al fatto di essere stato prima soccorso dalla pietà di Nausicaa, poi riconosciuto nella sua qualità di eroe e di sovrano dai nobili Feaci, infine accolto come un suo pari dal loro re. I Feaci sono esseri privilegiati che non conoscono la guerra e dominano i mari, ma non vengono loro attribuite qualità soprannaturali: sembrano uomini “normali” che Odisseo incontra dopo aver perso tutti i suoi compagni ed essere giunto naufrago all’isola di Calipso. Alcuni studiosi avanzano perciò l’ipotesi che i Feaci stiano a rappresentare il punto di passaggio tra il mondo magico e fantastico, folclorico, dell’avventura marinara (il viaggio) e quello epico di tadizione greca, più vicino alla realtà storica (la società micenea). Attraversando, materialmente e psicologicamente, la terra dei Feaci, Odisseo recupera il suo ruolo sociale, celebra come un cantore eroico le proprie imprese e si prepara a riconquistare la sua posizione di re nella sua patria e di signore (dal punto di vista dell’autorevolezza, dell’affettività e della proprietà di beni) nella sua casa. I Feaci restituiscono Odisseo a se stesso.
Hai bisogno di aiuto in Odissea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove