Tutor 42252 punti

descrizione generale del romanzo dei Promessi Sposi di Manzoni


Promessi Sposi


I promessi sposi di Alessandro Manzoni è uno dei romanzi più celebri della letteratura italiana, ed è anzi considerato il primo romanzo scritto in lingua italiana. Esso è frutto di diverse stesure: la prima si intitolava Fermo e Lucia, ed era talmente diversa dal romanzo che conosciamo oggi che viene considerata un’opera a parte più che una prima versione dei Promessi sposi. In seguito, Manzoni intervenne sul manoscritto e lo modificò sia nella storia che nel linguaggio, pubblicandolo poi con il titolo I promessi sposi nel 1827, motivo per cui questa versione fu anche chiamata la ventisettana. La modifica maggiore rispetto al Fermo e Lucia riguardava in particolare il linguaggio: nel Fermo e Lucia erano presenti diversi registri linguistici, un composto di lombardo, toscano, francese e latino; nei Promessi sposi, invece, si adotta una lingua più coerente e coesa basata essenzialmente sul toscano, in particolare sul dialetto fiorentino, con scelte lessicali più realistiche e concrete. Anche i nomi dei personaggi cambiarono, e il Fermo divenne Renzo, il nobile Valeriano diventò Don Ferrante, e il Conte del Sagrato si trasformò nel celebre Innominato.
La versione definitiva, però, approda tra il 1840 e il 1842 – da qui il soprannome quarantana -, con l’aggiunta dell’appendice Storia della colonna infame e un linguaggio ulteriormente rivisto a favore della concretezza della vita reale.

Struttura dell'opera


L’opera si presenta come il primo esempio di romanzo storico della letteratura italiana, costruito secondo un classico espediente dell’epoca, per cui Manzoni finge di aver ritrovato un anonimo manoscritto del Seicento, scritto in una lingua ampollosa e di difficile lettura, e lo ha rimaneggiato e riscritto a favore del lettore moderno. Ambientato tra 1628 e il 1630 in Lombardia durante il dominio spagnolo, narra delle vicende dei giovani Renzo Tramaglino e Lucia Mondella, i “promessi sposi”, il cui matrimonio non viene permesso dal signorotto locale, don Rodrigo, per via di una scommessa fatta col cugino Attilio. Don Rodrigo tenta di rapire Lucia, e così i due fidanzati sono costretti a separarsi e a fuggire, andando incontro a una serie di disavventure. Il tutto si svolge sullo sfondo di importanti avvenimenti storici quali i moti popolari di Milano del 1628 il giorno di San Martino, così come la peste del 1630. Nonostante gli ostacoli e le disavventure, i due giovani riusciranno a sposarsi grazie anche alla morte dell’aguzzino Don Rodrigo proprio a causa della peste. E sempre alla peste è dedicata l’appendice Storia della colonna infame, un vero e proprio saggio storico che ricostruisce il processo agli untori di Milano del 1630. Tutto il romanzo è basato su un’accurata ricerca storica e anche sul tentativo, ispirato alla sensibilità romantica, di creare parallelismi tra le vicende del XVII secolo e quelle del tempo presente, il XIX secolo: non a caso la dominazione degli Spagnoli in Lombardia nel XVII secolo sembra alludere a quella austriaca di inizio XIX. Inoltre, il lettore viene portato a riflettere su grandi costanti umane che vanno al di là delle esperienze dei protagonisti, quali la decadenza e la corruzione politica, l'inefficienza del sistema giudiziario, l'ignoranza e la superstizione. I promessi sposi è anche un romanzo di natura realista, in quanto Manzoni cerca di tratteggiare le condizioni di vita delle popolazioni contadine e umili dell'epoca, e di criticare l'inefficienza e l'inadeguatezza del governo e delle istituzioni politiche nel fronteggiare gravi avvenimenti quali la peste e la carestia. Altro tema dominante del romanzo è la Provvidenza, la fede nella quale è il solo strumento capace di lenire le sofferenze dei poveri e dei miserabili, perché Dio spesso sottopone le persone innocenti a prove terribili e solo la fede può aiutarli a superare tali prove.
I promessi sposi fu un grande successo letterario dove, per la prima volta, i protagonisti erano gli umili e non i ricchi e i potenti della storia, e fu oggetto di varie rielaborazioni artistiche.

A cura di Suzy90

Hai bisogno di aiuto in Riassunto Promessi Sposi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email