Ominide 413 punti

Il romanzo Il fu Mattia Pascal è un romanzo scritto da Luigi Pirandello nel 1903.

Trama


Mattia Pascal apparteneva a una famiglia benestante ma, alla morte del padre, un amministratore disonesto si era arricchito alle spalle della stessa sino a ridurla sul lastrico. Il protagonista per vivere fa il bibliotecario ma, non sopportando più di condurre un’esistenza grigia e monotona con la moglie e la suocera, decide di allontanarsi da casa. Recatosi a Montecarlo, vince una grande somma al gioco. Durante il viaggio di ritorno, egli legge casualmente sul giornale la notizia del ritrovamento del “suo” cadavere: in realtà, si tratta di un errore commesso dai suoi compaesani. Allora pensa di inventare un'identità e vivere una nuova vita riacquistando la libertà che aveva perso sposandosi. Decide di trasferirsi a Roma sotto il nome di Adriano Meis. Si accorge poco dopo però che non ha i documenti quindi non può fare moltissime cose, ad esempio si innamora della figlia del padrone di casa e non la può sposare, subisce un furto e non può denunciare il colpevole anche se lo conosce, viene insultato e non può vendicare l'offesa. Stanco di tutti questi limiti e difficoltà, decide di inscenare il suicidio di Adriano Meis e ritornare a MIragno. Tornando a casa però si accorge che tutti dopo due anni dalla sua scomparsa, sono andati avanti con le loro vite. Infatti nessuno lo riconosce e la moglie è ormai risposata e con una bambina. Decide di farsi assumere nuovamente nella biblioteca, con lo scopo di scrivere la sua storia e distrarsi portando qualche volta i fiori alla sua tomba.

Personaggi


  • • Mattia Pascal / Adriano Meis
    È il protagonista della vicenda e viene descritto dal punto di vista fisico come un uomo non particolarmente bello, ma in qualche modo affascinante, con una barba rossa e un occhio strabico. Nei panni di Mattia appare come un uomo impulsivo, vivace, ma confusionario, a differenza di quando diventa Adriano Meis, uomo molto sensibile.
    • Romilda
    È la moglie di Mattia, una ragazza succube della madre, che le impone di ingannare Mattia. È timida, gelosa e non sopporta le condizioni misere in cui è costretta a vivere. Dopo la finta morte del marito si risposa con Pomino, dal quale ha una figlia.
    • Adriana Paleari
    È la figlia dell’affittuario di Adriano Meis, del quale è innamorata, ed è l’unico grande amore di Mattia. È molto sensibile, innocene e particolarmente religiosa.
    • Don Eligio Pellegrinotto
    È il prete amico di Mattia che lo aiuta ad ordinare la biblioteca dove lavora. È lui che suggerisce a Mattia di scrivere la storia che ha vissuto.


Luoghi
Miragno, un paesino della Liguria, e Roma.

Tempi
Non è chiaramente specificato, ma possiamo intuire i primi anni del 1900.

Tematiche

  • • La famiglia, che può essere sentita sia come un luogo dove sentirsi al sicuro sia come una prigione
    • L’importanza del caso e il potere della sorte
    • L’incapacità di Mattia di imparare dalle sue esperienze di vita, infatti molte situazioni si ripetono due volte nel romanzo.
    • Il difficile rapporto con il suo corpo, la sua vita e il suo carattere di Mattia
Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email