c_001 di c_001
Ominide 1284 punti

Germania


Genere


Si tratta di un breve trattato etnografico-geografico, ossia di una letteratura specificamente etnografica, unica nel suo genere in quanto in passato solitamente si tendeva a riservare tali interessi solamente ad excursus più o meno brevi, come avvenne ad esempio nel De bello Gallico di Cesare (soprattutto nel libro VI in cui paragona i costumi dei Galli e dei Germani sottolineando la maggior evoluzioni dei primi e giustificandola con un maggior contatto con i Romani), in Sallustio e in Livio.
La sua principale fonte sono i Bella Germaniae di Plinio il Vecchio.

Contenuto


E' interamente dedicata alla descrizione del territorio della Germania e dei suoi abitanti (percepiti da sempre come una minaccia per l’impero) della cui vita Tacito ricostruisce una molteplicità: l’economia, le abitudini alimentari, l’amministrazione della giustizia, la vita politica, le tecniche di combattimento, l’economia, la religione, il sistema sociale, la vita familiare, le abitudini quotidiane, la vita politica, i riti funebri e il tempo libero.

Temi


Anche se l’interesse principale è quello etnografico nell’opera è possibile individuare alcune importanti connessioni con la situazione politica del tempo. Tacito sembra infatti esaltare i Germani come popolazione ancora forte, primordiale e ancora incorrotta dai vizi, dalla raffinatezza e dal lusso: in questo modo egli critica con una contrapposizione implicita la decadenza di Roma e al tempo stesso sottolinea la pericolosità dei Germani e la necessità quindi di riscattarsi dalla debolezza -data dalla corruzione, dal servilismo, dalla frivolezza e dall’ostentazione- in cui Roma era caduta.
Hai bisogno di aiuto in L'età imperiale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email