Sapiens Sapiens 12776 punti

Plinio il Vecchio: biografia e produzione letteraria


Plinio il Vecchio è il più grande erudito del I secolo d.C. nato a Como, nella sua vita ricoprì con la massima integrità numerosi ed importanti incarichi fra cui quello di amministratore dei redditi imperiali nella Gallia Narbonense e nella Spagna Citeriore. Pur essendo morto a 56 anni, ebbe il tempo di scrivere tanti volumi e dedicarsi contemporaneamente a funzioni pubbliche. Il nipote, Plinio il Giovane, in una lettera ha delle parole di ammirazione per lo zio che definisce come uomo di ingegno sempre operoso e preso continuamente dal desiderio di conoscere sempre più. Infatti, da ogni libro raccoglieva estratti edera solito affermare che non esisteva libro tanto cattivo che non fosse utile in qualche parte. Le circostanze eccezionali della sua morte sono raccontate dal nipote in una lettera a Tacito. Nell’agosto del 79, egli si trovava a Miseno in qualità di comandante deklla flotta. Il 23, dopo mezzogiorno, la sorella lo chiamò a vedere una strana nube a forma di chioma di pino. Plinio che se ne stava straiato a leggere si alzò e desideroso di osservare da vicino il fenomeno ordinò che gli fosse preparato un battello. Mentre usciva di casa gli giunsero dei messaggi da parte di amici che chiedevano soccorso. Immediatamente fece mettere in nave alcuni quadri meri e lui stesso si imbarcò. Senza alcun timore, accorreva nei luoghi da cui tutti gli altri stavano fuggendo ed annotava tutto ciò che vedeva. Si diresse fino a Stabia e dopo una notte d’inferno, morì fra rimbombi, bagliori ed esalazioni soffocanti della lava.
La sua produzione fu molto vasta: una Storia generale di Roma, una Storia sulle guerre germaniche a cui si aggiungono trattati di arte militare, di retorica e di grammatica. Si tratta di opere che, purtroppo, sono andate tutte perse. L’unica opera che ci resta, in 37 libri, è la Naturalis Historia in cui tratta tutti i saperi scientifici conosciuti al suo tempo (cosmografia, geografia, botanica, zoologia, ecc.). Una storia sommaria degli artisti e delle loro opere termina la Naturalis Historia. Il concetto fondamentale di Plinio il Vecchio è che apprendere è una necessità ed è un dovere insegnare quello che si è appreso.
Hai bisogno di aiuto in L'età imperiale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email