fra9295 di fra9295
Eliminato 567 punti

Plinio Il Giovane

Gaio Cecilio Plinio Secondo nacque nel 61 o nel 62 d.C. a Novum Comum, figlio della sorella di Plinio il Vecchio, venne adottato dallo zio (da cui prese il nome) quando il padre morì. Studiò a Roma e fu allievo di Quintiliano. Fece una brillante carriera politica giungendo al consolato nel 100 sotto Traiano. Amico dell’impetratore, fu da lui nominato governatore in Bitinia nel 110 o 111 d.C. dove morì due anni dopo.
Fu un oratore molto rinomato. Pubblicò discorsi giudiziari ed epidittici, elegie ed epigrammi inserendosi nella tradizione della poesia come lusus (“passatempo”).

Panegirico di Traiano

L'unica orazione conservata è il discorso di ringraziamento che pronunciò in Senato assumendo la carica di console il 1 settembre del 100 d.C.. Si tratta di un vero e proprio panegirico dell’imperatore Traiano.

Traiano viene presentato come un dono degli dèi ai Romani, donato per il bene dell'impero è dotato di qualità che lo rendono simile a una divinità. Plinio rievoca, poi, le vicende che portarono alla sua elezione all'impero elogiando in particolare il metodo della successione per adozione che consente di scegliere il migliore tra i cittadini. L’imperatore è presentato come un optimus princeps che deve vivere in completa concordia con il Senato e con il ceto equestre, Plinio dà risalto sottolinea quindi la perfetta armonia che regna tra il principe e i senatori, cui sono assicurate la dignitas e la securitas.
Uno degli scopi principali dell'autore è quindi incoraggiare la politica filosenatoria di Traiano che garantisce onori e privilegi alla classe a cui egli stesso appartiene. Tuttavia egli riconosce all'imperatore il diritto di esercitare un potere assoluto: la libertas di Traiano è infatti un dono gratuito, derivante dalla generosità del sovrano.
Lo stile del panegirico vuole essere sublime ma spesso risulta ridondante, iperbolico, magniloquente ed enfatico.

Epistolario

L'opera più importante di Plinio il Giovane è una raccolta di epistole in 10 libri:
- I primi nove libri contengono lettere agli amici (circa 250 lettere rivolte a più di 100 destinatari) pubblicato negli anni dal 103-105 al 110-111.

- Il X libro contiene un carteggio ufficiale tra Plinio e Traiano, 124 lettere risalenti al periodo del governatorato in Bitinia.
Le lettere dell'ultimo libro vertono su questioni amministrative e hanno carattere ufficiale e documentario, mentre le lettere agli amici sono state scritte in vista della pubblicazione e possono essere concepite come brevi saggi, come si capisce chiaramente dalla dedica a Setticio Claro. Queste lettere è probabile che non siano effettivamente state inviate ma le circostanze a cui fanno riferimento sono reali.
L'ordine in cui le lettere sono disposte all'interno dei libri non è casuale, ma ispirato dal criterio della varietas degli argomenti e delle situazioni. L’opera documenta le occupazioni e le abitudini di un eminente cittadino romano sotto l’impero.
Dalle lettere emerge la personalità dell'autore con le sue qualità positive quali l'onestà morale, la cultura raffinata, il buon gusto e l’humanitas. Plinio donò agli abitanti di Como una biblioteca pubblica e propose l'iniziativa di far aprire una scuola superiore. Dalla documentazione che abbiamo emergono però anche i limiti dell'autore quali la vanità e l'ingenuo ottimismo.
Nell'opera affiora una certa superficialità, Plinio infatti è perfettamente integrato nell'epoca e nella società in cui vive ma non vede i sintomi di crisi culturale che invece rileva Quintiliano. L'epistolario è di notevole valore non solo dal punto di vista storico-culturale ma anche stilistico è infatti scritto in modo limpido e conciso, elegantemente colloquiale, con voluta semplicità e con largo uso di figure retoriche. Molto diverso è l'ultimo libro che offre un quadro prezioso per gli storici delle mansioni di un governatore provinciale. Particolarmente importanti sono le epistole sui cristiani, una delle prime testimonianze sulla diffusione del cristianesimo.

Hai bisogno di aiuto in L'età imperiale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email