Erectus 1119 punti

Tragedia latina - Pacuvio e Accio


La tragedia Latina nasce nel 240 avanti Cristo quando viene inscenata una prima rappresentazione basata su un vero e proprio copione. Si tratta di una semplificazione degli ideali di ispirazione greca e si esalta il gusto per il macabro, il culto del patetico, le forme letterarie alte e solenni e i colpi di scena. La cothurnata è una forma di tragedia di ispirazione greca ed etimologicamente riprende il nome dai calzari portati dagli attori della penisola ellenica. La praetexta invece è d'ispirazione propriamente latina e prende il nome dalla toga dei protagonisti.
I metri più utilizzati in questo stile sono il senario giambico e i metri lirici. Tra gli esponenti più importanti della tragedia latina troviamo Pacuvio e Accio.
Pacuvio, nipote di Ennio, fu uno dei primi tragediografi latini. I tratti fondamentali della sua poetica sono la libertà creativa e l'utilizzo di un linguaggio tragico ed elevato. La sua opera più importante è il Medus che parla di un aspetto secondario del mito di Medea e Giasone.
Accio invece è un poeta filologo, conobbe gli Scipioni, Cesare e Cicerone. La sua produzione è molto prolifica e avanza una critica politica al tiranno. La sua opera di maggiore spessore è l'Atreo che tratta del mito di Tieste e Atreo già proposto da Ennio concentrandosi sull'odio fratricida, analogia della situazione storica a lui contemporanea.
Hai bisogno di aiuto in Arcaica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email