Ominide 978 punti

Teocrito

Vita. Dall'Idillio VII possiamo supporre che egli probabilmente fosse di 'Cos', anche se, in un altro testo, ritroviamo una sua affermazione in cui dice di essere nato a Siracusa (nell'idillio XXVIII): è quindi probabilmente uno dei poeti sicelioti, ovvero uno degli abitanti delle poleis greche di Sicilia. E' vissuto circa tra il 315 e il 260 a.C. : egli infatti nomina come viva Arsinoe, sorella e moglie del re Tolomeo (Filadelfo), e se ne trovano riferimenti nelle Siracusane. Inoltre, per quanto riguarda la data di morte, si è ipotizzata quella, poiché nessuno dei suoi carmi fa invece pensare ad una attività poetica posteriore al 260 a.C.
Poetica. Non siamo davvero a conoscenza del fatto che si sia schierato tra gli innovatori o tra i tradizionalisti, ma, per alcune sue scelte poetiche, sembra aderire per lo più ai canoni di Callimaco. E' il creatore dell'Idillio, una sorta di 'quadretto' di vita pastorale fortemente stilizzato: è considerato anche l'iniziatore del genere bucolico. In lui e nelle sue opere si nota inoltre una forte tensione tra oggettivismo e idealizzazione: vi è infatti una continua sovrapposizione dei due piani (cosa mai successa in nessuna altra opera occidentale, è sicuramente un'unicum nella storia occidentale). I suoi componimenti presentano inoltre, come dettato dai canoni callimachei che l'autore segue, contenuti piuttosto vari tra loro. Anche le forme linguistiche e quelle metriche risultano essere delle più disparate.

Opere. Compose numerose opere: le principali in esametri e dialetto dorico i principali, le altre che invece presentano versi vari.

Hai bisogno di aiuto in Letteratura Greca?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email