Ominide 284 punti
L'equivoco

Un giorno due amici dovevano partire per andare in vacanza. Uno dei due non aveva la patente, perciò toccava all' altro ragazzo guidare per tutto il viaggio ma, non conoscendo bene la strada, chiese al suo compagno di viaggio di prendere la piantina.
Quello non capì a cosa potesse servire un vaso di fiori nel caso si fossero persi, ma chiese comunque dove fosse.
L'amico gli rispose che l'avrebbe trovata vicino alla finestra. Prese così una piantina di fiori sulla finestra e la mise nel portabagagli.
I due partirono e, arrivati all' uscita autostradale, il guidatore chiese all'altro di passargli la piantina, ma lui rispose che la piantina era nel portabagagli.
Si fermarono quindi alla prima stazione di servizio disponibile, e mentre scendeva per prendere la piantina, l'altro gli chiedeva come mai l'avesse messa nel portabagagli
Il ragazzo rispose che aveva preso la piantina più grande, e che i fiori si sarebbero sicuramente rovinati sul sedile posteriore, per questo l'aveva posizionata nel portabagagli. Il suo amico non capiva di cosa stesse parlando, ma quando vide la piantina capì l'equivoco, la prese e gliela lanciò contro: "Io intendevo la mappa, sciocco! La cartina geografica!" Esclamò.
Così, senza una mappa, girarono a vuoto per un po' e arrivarono con due giorni di ritardo in vacanza.
Hai bisogno di aiuto in Antologia per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email