tt7t7 di tt7t7
Ominide 1285 punti

Romanzo sociale


Contenuti: il romanzo sociale, nato nella prima metà dell’Ottocento, rappresenta i costumi della società. Questo tipo di romanzo delinea un quadro realistico della società del tempo. Evidenza i mal, le ingiustizie, le tristi e dolorose condizioni di vita delle classi più povere.

Ambientazione: le vicende sono ambientate in epoche storiche precise, contemporanee all’autore del romanzo.

Personaggi: i personaggi sono in stretto rapporto con l’ambiente sociale in cui vivono. Sono inventati, ma realistici.

Stile: le vicende sono caratterizzate da un intreccio ricco, mosso, carico di tensione. Vengono narrate in terza persona da un narratore esterno.

Linguaggio: il romanzo sociale utilizza una prosa scarna, asciutta, oggettivo-realistica. Si fa ricorso a termini o espressioni popolari, gergali e dialettali, per rendere più realistico l’ambiente sociale al lettore, che si trova ben immerso tra i “popolani”.

Scrittori più importanti: Giovanni Verga con “Novelle rusticane”, Honoré de Balzac è considerato il fondatore del romanzo sociale, Charles Dickens con “Le avventure di Oliver Twist”, Leonardo Sciascia con “Il giorno della civetta”, Emile Zola con “Germinal”, Pier Paolo Pasolini con “Una vita violenta”.

Scopo: lo scopo del romanzo sociale è quello di denunciare le condizioni dei più poveri della società. per far percepire meglio la loro condizione, l’autore ricorre alle tecniche già menzionate per rendere l’ambientazione più realistica (dialetto, periodo storico, …).

Hai bisogno di aiuto in Antologia per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Romanzo di formazione - Schema