VIP 2446 punti

LO SVILUPPO ECONOMICO E LE ATTIVITA’ IN EGITTO

L’Egitto presenta forti squilibri sociali, sfociati nelle proteste popolari del 2011. Il reddito pro capite è ancora basso,nonostante il Paese disponga di buone risorse naturali: le principali sono il petrolio, il gas naturale e il cotone, tra i migliori del mondo. Il petrolio viene estratto soprattutto nella zone del Sinai,nel Golfo d Suez e nel Mar Rosso.
La disponibilità di idrocarburi, insieme alla grande produzione di energia idroelettrica nelle centrali di Assuan,hanno favorito lo sviluppo di industrie siderurgiche, meccaniche, chimiche e manifatturiere (soprattutto cotonifici e lanifici), concentrate tra il Cairo e Alessandria. L’agricoltura è limitata dalla scarsa estensione di terre coltivabili: oltre al cotone,le coltivazioni principali sono quelle di cereali (riso),canna da zucchero, ortaggi e frutta. In crescita il terziario, quest’ultimo in particolare per il turismo. I flussi turistici internazionali sono attirati sia da varie località balneari mediterranee e, soprattutto, del Mar Rosso, sia dallo straordinario patrimonio archeologico e artistico.

Importanti fonti di entrate sono i pedaggi per i transiti navali attraverso il Canale di Suez.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email