Confini: a Nord con la Norvegia e il Mar Glaciale Artico; a Ovest con la Lettonia, la Bielorussia, l'Estonia e la Finlandia; a Sud con la Corea, la Cina, la Mongolia, il Kazakistan, la Georgia, il Mar Nero e l'Ucraina e a Est è bagnata dall'Oceano Pacifico.
Superficie: 17.075.000 km^2.
Popolazione: 147.860.000 abitanti.
Densità: 9 abitanti/km^2.
Capoluogo: Mosca (centro industriale, commerciale, finanziario, amministrativo e culturale).
Altre città:
-San Pietroburgo (centro industriale e commerciale di origine barocca e neoclassica);
-Novosibirsk (centro industriale);
-Čeljabinsk (sede industriale);
-Pern (porto fluviale e nodo ferroviario);
-Rostov-na-Donu (porto commerciale e centro culturale);
-Nižni-Novgorod (sede dell'industria automobilistica);
-Ivanovo (sede dell'industria tessile);
-Sverdlovsk (città ricca di giacimenti di carbone, petrolio e oro).
Governo: repubblica federale presidenziale.

Religione: ortodossa, musulmana ed ebrea.
Lingua: russo.
Moneta: rublo ridenominato.
Monti: Urali, Altopiano di Siberia, Bassopiano Siberiano Occidentale, Bassopiano Sarmatico, Rialto Centrale Russo, Rialto del Valdaj, Alture del Volga, Monte Elbrus, Monti Verhojansk, Monti Čerskij, Monti Stanovoj, Monti Kolyma.
Fiumi: Dvina Occidentale, Onega, Dvina Settentrionale, Mezen, Pečora, Ob-Irtyš, Jenisej, Lena, Kolyma, Amur, Volga, Don, Caspio, Bajkal, Ladoga.
Laghi: di Onega, Yug, Seg, Ladoga, Bianco, Ilmen, dei Ciudi.
Clima: continentale con forti escursioni termiche nella Siberia Orientale, mediterraneo sulle coste del Mar Nero e subtropicale sulle coste del Mar Caspio.
Agricoltura: frumento, orzo, mais, riso, avena, barbabietole da zucchero, girasole, soia, lino, colza, tabacco, patate, alberi da frutto.
Allevamento: bovini, ovini, suini, cavalli, animali da cortile, renne e animali da pelliccia.
Pesca: aringhe, merluzzi, salmoni e storioni.
Industria: alimentare, tessile, meccanica, conserviera, siderurgica, chimica, spaziale, automobilistica, aeronautica.
Commercio: molto sviluppato grazie alle comunicazioni, ai trasporti e alle attività.
Turismo: manca di strutture alberghiere per l'instabilità del Paese.

Storia della Russia.
La regione divenne indipendente nel 1991 dopo la disgregazione dell'Urss e fu occupata da Slavi, Vichinghi Variaghi, Mongoli, prima di essere guidata dapprima da Ivan III il Grande (che divenne zar unificando tutte le Russie) nel XIII secolo e poi da Michail Gorbaciov (che tentò con la Perestroika di riformare politicamente, economicamente e socialmente la Russia, ma non funzionò e portò all'indipendenza delle singole Repubbliche) nella seconda metà degli anni'80. Oggi la Russia è una Repubblica Federale formata da 89 unità territoriali divise in Repubbliche (che sono 21) e regioni.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email