Ominide 8039 punti

Demografia e modelli urbani Russia: le città storiche

Tra il 9189 e il 2002 la Russia ha fatto registrare un consistente calo demografico che ha interessato tutta la popolazione della federazione, anche se in maniera ridotta le popolazioni slave. A causa delle caratteristiche del territorio e del clima, la popolazione è distribuita in modo diseguale. Nella Russia europea, che copre solo un quarto della superficie totale del Paese, vive il 65% della popolazione. La vasta regione asiatica, pur dotato di immense ricchezze minerarie, è scarsamente abitata. La densità demografica della Russia è molto bassa: solo nove abitanti per chilometro quadrato. La popolazione si concentra nelle città, sorte o sviluppatesi in seguito al processo di industrializzazione promosso dal governo sovietico. Le aree più densamente popolate sono le zone attorno ai centri della vita politica ed economica del Paese: Mosca, la capitale, e San Pietroburgo; la regione lungo il corso del fiume Volga e quella dei Monti Urali.

Mosca, la capitale, sorge al centro della Russia europea. E' una grande metropoli in cui vivono oltre dieci milioni di abitanti. La cittadella medievale del Cremlino è il nucleo originario della città. Oggi è sede di edifici politici, amministrativi e religiosi. All'estero del Cremlino si dispiega la Piazza Rossa, dominata da imponenti e splendidi edifici: la Cattedrale di San Basilio, edificata nel XVI secolo, la Biblioteca nazionale, una delle più grandi e moderne del mondo, il Museo storico e il mausoleo di Lenin. La città ha una pianta concentrica: intorno alla città storica è cresciuta una prima corona di quartieri residenziali e aree industriali. All'esterno di questa si estende una seconda corona di recente formazione composta da quartieri "satellite", abitati da pendolari. Mosca è il massimo nodo delle comunicazioni aeree, stradali e ferroviarie della Russia. Attraversata dal fiume Moscova , è inserita nel grande sistema delle comunicazioni fluviali ed è collegata all'area del Volga e alle città industriali di quella regione.
San Pietroburgo fu fondata nel 1703 dallo zar Pietro il Grande come capitale dell'Impero russo. Il nucleo originario della città è costituito da una fortezza costruita nel Settecento su una piccola isola su delta della Neva. Al centro di questo complesso si trova la Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo, dove sono sepolti tutti gli zar di Russia. Vi sono altri monumenti significativi, tra i quali il famoso Palazzo di Inverno che ospita il Museo dell'Ermitage. San Pietroburgo è la seconda città della Russia per numero di abitanti; è un fiorente centro culturale dotato di università, centri di ricerca, musei e teatri. Le attività industriali e commerciali gravitano intorno al porto.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email