Video appunto: Pianure europee

Pianure europee



L’Europa dispone di vaste pianure che vanno allargandosi procedendo verso oriente.
La grande pianura franco-germano russa è come un’unica fascia continua che partendo dalla costa atlantica della Francia si estende fino ai piedi degli Urali, attraversando il Belgio, i Paesi Bassi, la Germania, la Polonia e la Russia.
Questa grande fascia a ovest è costituita dal Bassopiano Francese, mentre tra Francia, Belgio e Paesi Bassi ha inizio il Bassopiano Germanico, entrambi di origine alluvionale e per questo caratterizzati da lievi ondulazioni.
Più a est, dal Mar Baltico fino agli Urali, si estende la grande pianura fertile della Russia, il Bassopiano Sarmatico, nato dall’erosione di antiche montagne a opera di ghiacciai.

Le pianure più antiche del continente, ma di dimensioni ridotte, si trovano a nord: in Gran Bretagna, a sud della Scandinavia e in Danimarca, dove la Penisola dello Jutland, priva di rilievi montuosi, si estende fino al Golfo di Finlandia con colline dalle altitudini modeste, resti morenici di antichi ghiacciai.
Nella parte meridionale dell’Europa, le pianure più vaste sono di origine alluvionale, meno estese delle pianure centrali e inserite nei sistemi montuosi.
La Pianura Andalusa , nella parte sudoccidentale della Spagna, si espande verso il Golfo di Cadice, assumendo la forma di un triangolo.
Un posto a sé è occupato dai polder nei Paesi Bassi (Olanda), dove grandi appezzamenti di terra sommersi dalle acque sono stati sottratti al mare e bonificati artificialmente.