Ominide 11268 punti

Il mesozoico: l’età dei Dinosauri


Intorno ai 225 milioni di anni fa entriamo nell’Era mesozoica, cioè l’ERA della “vita di mezzo”, così chiamata perché l’evoluzione degli esseri viventi presentò allora forme intermedie che precedettero l’avvento dei Mammiferi.
In quell’Era il centro dell’Europa è coperto da un mare non molto profondo chiuso a sud da isole allineate che sono, nella maggioranza dei casi, i monti sollevatisi con l’orogenesi ercinica di cui abbiamo appena parlato. Anche la parte meridionale dell’Europa è ricoperta dal mare, e un clima di tipo tropicale permette ai coralli di costruire le gigantesche scogliere che diventeranno poi le nostre Dolomiti.
L’Europa e gli altri continenti ora sono ricoperti da foreste di alti alberi, antenati delle conifere dei nostri giorni e ad esse molto simili. Mancano però le piante con i fiori variopinti e i frutti succosi e anche gran parte delle erbe dei prati, che sono tanto comuni negli ambienti naturali dei nostri giorni. In quel paesaggio verde, ma tanto diverso dal mondo a cui siamo abituati, si aggirano “strani” abitanti. Per tutti i 160 milioni di anni di quell’Era, infatti, i dominatori del pianeta sono Rettili, in particolare del gruppo dei Dinosauri, che con una moltitudine di specie popola ogni ambiente, dalle profondità dei mari alle vastità dei cieli.
Nei mari europei si deposita la maggior parte dei sedimenti che poi formeranno le rocce delle catene alpine. Dal punto di vista geologico, come nel Paleozoico nascono e crescono grandi catene montuose, nel Mesozoico vediamo i continenti spezzarsi e muoversi formando nuovi oceani. All’inizio di quest0Era i continenti sono riuniti in un unico grande supercontinente, la Pangea, circondata da un unico enorme oceano, la Pantalassa. In seguito la Pangea si spezza in due enormi supercontinenti: il Laurasia, comprendente i territori che formeranno l’America del Nord, l’Europa e l’Asia, e il Gondwana che raggruppa tutti gli altri. Tra loro si insinua il grandissimo Golfo della Tetide. Col procedere del tempo questo golfo si richiude lentamente, mentre i due supercontinenti si spezzano dando vita a un nuovo oceano: l’Atlantico. Nella seconda metà dell’Era, infatti, l’America settentrionale si separa dall’Europa mentre il Gondwana si spezza in America meridionale, Africa, India (che si muoverà verso nord-est) e Australia (che si muoverà verso est). Verso la fine di questa Era i Dinosauri scompaiono improvvisamente e le ragioni della loro estinzione rimangono ancora sconosciute.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove