Ominide 943 punti

Malattie e salute

Le differenze nelle condizioni di salute sono oggi molto forti. Lo indicano chiaramente due dati: la speranza di vita e la mortalità infantile. L'una e l'altra dipendono soprattutto dalle condizioni di salute, anche se talvolta sono importanti altri fattori, in particolare le guerre.
Nel mondo attuale la speranza di vita non supera i 70 anni in quasi tutti i Paesi europei, nell'America settentrionale e in alcuni Paesi sviluppati, come il Giappone, l'Australia e la Nuova Zelanda. Invece in alcuni Paesi africani la speranza di vita non supera i 50 anni. Negli Stati sviluppati la mortalità infantile è molto bassa, sempre inferiore a 10 per mille, mentre nei Paesi più poveri supera spesso il 100 per mille.
Queste differenze enormi dipendono soprattutto dall'offerta di cure: nei Paesi del Terzo mondo l'assistenza sanitaria è insufficiente. Un altro fattore responsabile di questa differenza è la disponibilità di acqua potabile: se in Europa quasi tutti i cittadini hanno a disposizione acqua potabile, vi sono Paesi, soprattutto in Africa, dove nemmeno la metà della popolazione può procurarsi acqua potabile. Il servirsi di acqua non potabile favorisce naturalmente la diffusione di malattie.

Ugualmente importante per la salute è l'esistenza di una rete di fognature funzionante. Laddove essa è insufficiente, le condizioni igieniche sono scadenti e si verificano più facilmente le epidemie. Anche il clima influisce sulle condizioni di salute, perché favorisce la diffusione di varie malattie. Nelle regioni a clima caldo molti microrganismi che attaccano l'uomo e molti insetti che li trasmettono sopravvivono meglio, perciò laddove il clima è più freddo, certe malattie sono meno diffuse: è il caso per esempio della malaria.
Un altro elemento importante nel determinare le condizioni di salute è la prevenzione. Essa può essere effettuata attraverso vaccinazioni che proteggono la popolazione da alcune malattie. In tutti i Paesi sviluppati esistono vaccinazioni obbligatorie, effettuate di solito durante l'infanzia. I vaccini hanno permesso la scomparsa di alcune malattie, come il vaiolo, la tubercolosi e la poliomielite. Anche nei Paesi poveri vengono effettuate vaccinazioni, ma non sempre è possibile farle su tutti i bambini. Per la prevenzione sono molto importanti anche le compagnie d'informazione della popolazione: molte malattie, ad esempio quelle cardo-circolatorie, possono essere evitate o almeno tenute sotto controllo grazie ad un'alimentazione e ad uno stile di vita corretti.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email